Scooter rubato passa di mano in mano tra pregiudicati. Due denunce per ricettazione

648

Denunciati dalla Polizia due noti pregiudicati per ricettazione di un ciclomotore. Il mezzo, oggetto di furto, passato di mano in mano tra diversi pregiudicati del Capoluogo.

Nel tardo pomeriggio di sabato una pattuglia della Sezione Volanti, nel transitare per via XX Settembre, notava tre noti pregiudicati nisseni intenti ad armeggiare attorno ad un ciclomotore Yamaha Booster.

I tre, sottoposti a controllo, sono stati identificati per un 20enne, un 21enne, un 27enne, tutti gravati da numerosi precedenti di polizia per i reati di furto, associazione per delinquere, rapina, porto di armi, stupefacenti e estorsione.

Dal controllo, eseguito presso il centro elaborazione dati del Ministero dell’Interno, il ciclomotore è risultato oggetto di furto e, su richiesta degli agenti, il 21enne ha spiegato di averlo acquistato qualche mese prima da un suo conoscente, ma di non essere in possesso di alcun documento.

Da accertamenti eseguiti dagli agenti presso gli uffici della Questura, si identificava anche il conoscente che aveva venduto il ciclomotore; un 26enne, anch’egli con precedenti di polizia.

Questi, identificato dai poliziotti, anche in questo caso, riferiva di averlo acquistato a sua volta da un altro soggetto del quale però non ricordava le esatte generalità.

Entrambi i pregiudicati, il 21enne e il 26enne, erano quindi denunciati in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di ricettazione. Il ciclomotore era sottoposto a sequestro penale.

Commenta su Facebook