Sciopero generale. Venerdì dieci piazze in Sicilia, una a Caltanissetta

1028

Sono dieci le manifestazioni previste in tutta la Sicilia per lo sciopero generale nazionale, indetto da Cgil e Uil, di venerdì 12 dicembre. A scendere in piazza per dire no alle scelte del Governo Renzi e sostenere le proposte sindacali su riforma della pubblica amministrazione, Jobs Act, legge di stabilità e politica economica, saranno le città di Palermo, Catania, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Trapani, Siracusa, Ragusa e Caltagirone.

Per il 12 dicembre è stato proclamato lo sciopero generale da CGIL e UIL. Decine le assemblee sindacali in corso in tutte le categorie e migliaia i partecipanti che si recheranno presso l’auditorium dell’irsap presso la zona industriale di Caltanissetta. Introdurrà i lavori della giornata Ignazio Giudice (segretario generale CGIL Caltanissetta) e concluderà Fabrizio Pascucci (componente segreteria nazionale UIL). Previsti gli interventi di Valentina Lomaglio in rappresentanza degli studenti medi, oltre che lavoratori e pensionati. CGIL e UIL esporranno venerdì 12 le motivazioni dello sciopero generale e le vertenze che interessano i 22 Comuni della provincia di Caltanissetta, partendo dalla disoccupazione giovanile e la lotta alla mafia.

Commenta su Facebook