Sciopero del trasporto pubblico locale. Venerdì nero a Caltanissetta. Autisti della Scat aderiscono a protesta

709

SCAT ParcheggioI tagli del governo regionale al trasporto pubblico locale che ammontano al 20%, il blocco dei pagamenti da parte della stessa regione alle aziende fornitrici di servizi, le medesime problematiche a livello locale dove il Comune di Caltanissetta sarebbe in ritardo con i pagamenti arretrati dal 2010 ad oggi. E’ questo il mix esplosivo che rischia di far saltare il trasporto pubblico locale a Caltanissetta, dove la Scat ha battuto cassa per l’impossibilità di pagare gli stipendi da molti mesi. A livello siciliano è stato proclamato lo sciopero generale del trasporto pubblico venerdì 14 settembre in coincidenza con l’avvio dell’anno scolastico. La cooperativa Scat di Caltanissetta nelle ultime settimane ha già contratto il numero di corse effettuate con gli autobus di linea per contenere i costi e al momento non sarebbe in grado di garantire neanche la benzina ai mezzi. Le banche ,infatti, non finanziano più le aziende creditrici della Regione Siciliana e degli enti pubblici locali in generale. Un problema in più per la mobilità a Caltanissetta che rischia di impazzire nel giorno di inizio della scuola. La problematica è stata segnalata anche a livello regionale dalla Confcommercio che con lo stop del trasporto pubblico locale vede assottigliarsi il numero di clienti soprattutto nei centri storici.

Commenta su Facebook