Sciopero dei Netturbini. Appello del Prefetto a Caltambiente per scongiurare emergenza rifiuti

494

Prefetto Carmine ValenteRifiuti, Appello del Prefetto per scongiurare la paralisi dopo il pignoramento del gestore della discarica di Siculiana. Si è tenuto venerdì mattina l’incontro in Prefettura per scongiurare lo sciopero dei netturbini, fissato per il 1° di Novembre, in piena festività dei defunti. L’ Atocl1 è paralizzato dopo il pignoramento di tutte le somme in cassa per un milione e 300 mila euro. “Una situazione difficile – ha detto il Prefetto Valente –  Il giudice dovrà decidere se gli introiti della Tarsu sono pignorabili e se ci sarà la sospensiva, non ci saranno problemi, ma laddove questo giudizio dovesse slittare, Il Prefetto ha chiesto con forza alla proprietà di Caltambiente di dare un ulteriore anticipo, dando un segnale forte per fare capire che c’è unità d’intenti. Noi siamo vicini ai lavoratori – a detto Valente – e vogliamo che la città rimanga pulita come è stata fino adesso. All’ incontro erano presenti, il viceprefetto vicario, Giuseppina Di Raimondo, il liquidatore dell’Ato Ambiente Cl1, Elisa Ingala, l’ assessore comunale all’Ambiente, Carlo Giarratano e i dirigenti comunali, oltre a Mario Meli per Caltambiente e i rappresentanti sindacali.  I comuni soci, ai quali sono stati notificati i pignoramenti sono Caltanissetta, Acquaviva Platani, Bompensiere, Milena, Montedoro, Mussomeli, San Cataldo, Serradifalco e Sutera.

Commenta su Facebook