Schiuma nel torrente Niscima. Dalla denuncia della consigliera 5 Stelle al sequestro della Procura

1016

Sequestro cautelativo di una parte del cantiere (in contrada Bigini, tra San Cataldo e Caltanissetta) del Consorzio Empedocle 2 che sta eseguendo i lavori di raddoppio della statale 640 Porto Empedocle-Caltanissetta su provvedimento della Procura nissena.
Valeria Alaimo M5SL’area sequestrata è quella della vasca di accumulo e decantazione del materiale proveniente dalle viscere della montagna sotto la quale passerà la galleria Sant’Elia. L’errato smaltimento di questo materiale potrebbe essere alla base dell’inquinamento delle acque del torrente Niscima. Proprio la scorsa settimana la Procura aveva nominato un ingegnere ambientale e un geologo per verificare le cause dell’inquinamento del torrente. Nel frattempo ha notificato, come atto dovuto, tre avvisi di garanzia per reati ambientali a due dirigenti del consorzio Empedocle 2 e al direttore dei lavori.
A sollevare il caso, due settimane fa, era stata la consigliera comunale del Movimento 5 Stelle, Valeria Alaimo che dopo aver rilevato la presenza di una anomala schiuma bianca nel torrente Niscima aveva presentato un esposto in Procura. Dalla segnalazione della consigliera del Movimento 5 Stelle sono quindi partiti gli accertamenti che hanno confermato che qualcosa di anormale è successo. Adesso l’accertamento delle responsabilità.

Commenta su Facebook