Schiaffi, pugni e sputi ai due bimbi piccoli. Genitore in manette a Gela

378

ViolenzaPicchiava i due figli piccolissimi perché di notte piangevano. E quando non alzava loro le mani, minacciava i bimbi arrivando a sputargli addosso.

Protagonista di questa squallida, quanto grave storia, un padre–padrone di Gela, in provincia di Caltanissetta.

L’uomo, arrestato dalla polizia, dovrà adesso rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. Le indagini, durate due mesi, hanno permesso di far luce su una situazione familiare pesantemente condizionata dall’atteggiamento violento ed aggressivo dell’uomo nei confronti di moglie e figli, tutti in tenerissima età.

Gli inquirenti hanno scoperto che le violenze avvenivano quotidianamente e specialmente di notte quando il genitore, infastidito dal pianto dei bambini, li picchiava nel tentativo di farli smettere, provocando loro ecchimosi e tumefazioni alla testa, al volto e alle braccia, certificate nell’inchiesta che lo ha condotto in carcere.

I bimbi vivevano “in uno stato-igienico sanitario assolutamente carente e non adeguato alla loro età”.

 

Commenta su Facebook