Sassi sulle auto a San Cataldo. Nove minori rischiano l'accusa di tentato omicidio

2676

Lanciano sassi sulle auto in transito, rischiando di provocare gravisime conseguenze agli automobilisti, adesso rischiano pene molto pesanti perchè il reato loro contestato è di tentato omicidio. Così uno stupido e pericoloso gioco è finito in un’inchiesta della Procura per i minori di Caltanissetta.
Il Procuratore capo, Laura Vaccaro, su segnalazione dei Carabinieri della Tenenza di San CAtaldo ha iscritto nel registro degli indagati nove minorenni tutti residenti nelle città di Caltanissetta e San Cataldo, poiché ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di gravi reati tra i quali il tentato omicidio. I minorenni indagati, durante una serata balorda, nascosti da un muretto, hanno iniziato a lanciare sassi di varie dimensioni sulle auto in transito in una strada urbana del comune di San Cataldo, colpendo diversi veicoli mettendo in pericolo la vita dei passeggeri.
Uno dei massi lanciato dalla comitiva di minorenni, ha anche colpito, rompendolo, il parabrezza di un’auto, senza fortunatamente colpire il conducente che con una frenata di emergenza ha evitato lo scontro con altre autovetture che provenivano nell’opposto senso di marcia.Sono state le vittime del lancio, a segnalare gli episodi ai Carabinieri che in poco tempo sono risaliti all’identità degli autori. I minori, nel corso degli interrogatori hanno ammesso le proprie responsabilità, riferendo di avere agito “per gioco”, non ponderando le gravissime conseguente che il loro gesto avrebbe potuto causare. Per i giovani sottoposti ad indagini l’Ufficio di Procura ha chiesto il rinvio a giudizio anche per il delitto di tentato omicidio per cui rischiano condanne a pene molto pesanti.

Commenta su Facebook