Sanità. Via dopo cinque mesi Ida Grossi. All’Asp2 di Caltanissetta arriva l’oncologo Iacono

3562

Va via, o per meglio dire si sposta da Caltanissetta a Catania, il direttore generale dell’Asp 2 Ida Grossi. La Grossi è stata nominata oggi pomeriggio dal governatore Rosario Crocetta e dall’assessore alla sanità, Lucia Borsellino, direttore generale dell’Asp di Catania.

All’Asp2 di Caltanissetta è stato chiamato a ricoprire il ruolo di direttore generale, l’oncologo Carmelo Iacono, primario di oncologia all’ospedale di Ragusa.

iaconooncologooPer la Grossi neanche il tempo di insediarsi. Nominata ad aprile, la manager si è effettivamente insediata soltanto lo scorso 21 luglio, arrivando in un’azienda, quella nissena, in quel momento al centro di polemiche e proteste per la gestione di alcuni casi, tra cui il pronto soccorso, l’area per l’elisoccorso che venne individuata nel parco Dubini e altre questioni che videro al centro delle polemiche l’allora commissario Vittorio Virgilio.

E con l’arrivo della Grossi il metodo era sembrato nuovo. Maggiore concertazione, coinvolgimento degli attori del territorio, partecipazione ai tavoli per lo sviluppo, non ultimo quello sul campus bio medico.

Adesso il testimone all’oncologo Iacono, nominato da Crocetta con l’espresso mandato di curare l’applicazione della legge sui siti industriali in relazione alle patologie oncologiche, ma anche perché nel nisseno c’è il Muos.

“All’Asp di Caltannissetta – puntualizza Crocetta -, in virtù delle problematiche del Muos e dei siti industriali, abbiamo deciso di nominare l’oncologo Carmelo Iacono, perché riteniamo che la legge sui siti industriali non sia mai stata attuata, le altre nomine hanno caratteristiche tecniche e non politiche e credo che questo non ci portera’ bene, ma portera’ bene al popolo siciliano”.

Commenta su Facebook