Sanità, sindacati sul piede di guerra contro l’Asp. “Prelievo da stipendio assurdo”

659

Nursind ed F.S.I. sul piede di guerra contro l’A.S.P. di Caltanissetta. “Troviamo assurdo e fuori luogo il comportamento attuato dall’A.S.P. di Caltanissetta – denunciano le organizzazioni sindacali – di prelevare, senza preavviso e senza concertazione con le organizzazioni sindacali, somme precedentemente erogate ai dipendenti del comparto poiché dovute, in modo autoritario e non giustificate da delibera che, alla data odierna, non risulta pubblicata sul sito aziendale”.

“Risulta anacronistico oltre che sgradevole – prosegue la nota – rilevare come, nel terzo millennio oramai avanzato,  un’A.S.P. non sia nelle condizioni di sapere cosa e soprattutto quanto è dovuto al dipendente. A costo di sembrare populisti e demagoghi ci sembra importante ribadire come sia quasi di vitale importanza per ogni dipendente pubblico contare su uno stipendio che, privato senza preavviso di cifre in molti casi vicine alle 400 euro, può diventare destabilizzante per l’economia familiare.  Ognuno di noi riveste un ruolo all’interno dell’A.S.P. per il quale riceve un più o meno adeguato stipendio e siccome nella stragrande maggioranza dei casi il personale del comparto vive dignitosamente con quanto percepito ma di certo non lussuosamente chiediamo che ognuno venga rispettato sia come persona fisica sia perché la legge impone determinati comportamenti sia giuridici che organizzativi. Su questa questione intanto noi andiamo a fondo”, concludono i sindacati.

 

Commenta su Facebook