Sanità, Miccichè e Ruvolo da Gucciardi. Stop taglio 5 milioni e punto nascite Mussomeli

1168

La garanzia che gli ospedali di Mazzarino e Niscemi verranno preservati, l’impegno a un approfondimento per salvare il punto nascita di Mussomeli, l’avvio delle procedure di stabilizzazione dei precari dell’Asp e l’incremento di 5 milioni di euro del piano di spesa per i servizi sanitari dell’Asp nissena. Sono i principali risultati dell’incontro che si è svolto a Palermo tra l’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, l’assessore regionale al Lavoro, Gianluca Miccichè e la conferenza dei sindaci della provincia di Caltanissetta presieduta dal sindaco del capoluogo Giovanni Ruvolo.

“Nessun taglio”, rassicurano prontamente dall’Assessorato. “Non solo non sussiste il taglio paventato dei 5 milioni di euro, che nei giorni passati aveva destato forti preoccupazioni tra gli amministratori locali, ma sussiste, per il 2016, un investimento aggiuntivo di 4 milioni di euro da destinare agli investimenti infrastrutturali”.

Sul punto nascite di Mussomeli si attende la proroga da parte del Ministero della Salute, che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.

“Non appena giungerà la proroga da parte del Governo Centrale – afferma Gianluca Miccichè – ci attiveremo per porre in essere un percorso di valorizzazione e messa in sicurezza del presidio,, affinchè rientri nei parametri di stabilità, essendo di fondamentale importanza per un comprensorio numeroso e difficilmente accessibile”.

IMG_0886“La coesione dei sindaci e la disponibilità dell’assessore regionale -ha spiegato Ruvolo- hanno reso proficuo un incontro fondamentale per continuare a garantire i servizi essenziali ai cittadini del comprensorio nisseno. Abbiamo messo da parte ogni interesse campanilistico per arrivare a soluzioni di garanzia per il diritto alla salute, percependo gli interessi del territorio unitariamente”.

Non meno importante la questione dei 250 precari dell’Asp di Caltanissetta, che verrà affrontata dall’Assessore al Lavoro Gianluca Miccichè domani a Roma e che dovrebbe portare all’avvio di un percorso di stabilizzazione. “Sto valutando in queste ore di istituire un tavolo tecnico, per la parte di nostra competenza, per affrontare la questione nel più breve tempo possibile – afferma l’Assessore – l’obiettivo è quello di andare oltre la data di scadenza dei contratti, prevista per il 31 dicembre 2015”.

Commenta su Facebook