Sanità, dotazioni organiche. Parte la raccolta firme del Nursind

817

Parte domani la raccolta firme proposta dall’organizzazione sindacale NurSind Sicilia attraverso la quale si chiede l’abrogazione delle norme contenute nell’allegato A “ Linee di indirizzo regionali in materia di dotazioni organiche” alla pagina 3 “ Standard di personale “ del D.A. 1868/2010 nella parte recante i criteri per la definizione delle dotazioni organiche di Infermieri e di OSS nelle Aziende del Sistema sanitario regionale.
“Per quel che ci riguarda il D.A. 1868/2010 – afferma Osvaldo Barba coordinatore regionale Nursind Sicilia – è uno strumento assolutamente non idoneo a determinare organici infermieristici e di personale di supporto nelle U.U.O.O. con degenza ospedaliera e soprattutto non è in grado di garantire un’assistenza sicura e di qualità, e quell’omogeneità ed equità nell’allocazione delle risorse umane di cui tanto si parla”.
“Questo strumento normativo comporta un peggioramento delle condizioni di lavoro, e soprattutto favorisce l’incremento del fenomeno del DEMANSIONAMENTO infermieristico con un aumento complessivo dei costi dell’assistenza sanitaria”.
La raccolta firma sarà estesa non solo al personale ospedaliero ma soprattutto all’utenza “poiché riteniamo – afferma il Nursind – che tale strumento normativo danneggi tutti indistintamente: dal professionista all’utente”.
Il sindacato degli infermieri ha chiesto audizione alla VI° Commissione Sanità del’Assemblea Regionale Siciliana.

Commenta su Facebook