Sanità. Crocetta rassicura ma intanto spuntano 47 posti letto in meno a Caltanissetta

1136

“Nel corso del vertice è stato chiarito che non esiste attualmente alcun piano di rete approvato, né dalla giunta né dall’assessore e che le ipotesi circolate sono proiezioni tecniche derivanti dall’applicazione del decreto Balduzzi”. Sono le parole del governatore Rosario Crocetta al termine del vertice di maggioranza sulla rete ospedaliera in Sicilia. In una nota Crocetta afferma che “la bozza è soltanto una base di discussione”.

Nella relazione di 34 pagine, inviata ai ministeri della Salute e delle Finanze, l’assessorato regionale alla Sanità oltre a prevedere l’accorpamento di diversi ospedali, come il Sant’Elia di Caltanissetta e il Maddalena Raimondi di San Cataldo, prevede anche tagli al numero dei posti letto. In Provincia di Caltanissetta i posti letto in meno saranno 47, la maggior parte dei quali “scompariranno” proprio negli ospedali riuniti Caltanissetta-San Cataldo, in tutto 30. Scendono i posti letto anche a Gela, 19 , che vengono recuperati in parte negli altri ospedali riuniti a quello gelese (6 in più a Niscemi e 10 in più a Mazzarino).

Commenta su Facebook