Sanità, click day per gli operatori sociosanitari era scelta dettata da emergenza. Caltagirone: “Posti coperti con mobilità, in futuro concorsi ordinari”

Nota stampa del direttore generale dell’Asp2 di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone.

In merito alla nota stampa diffusa dal Manuel Bonaffini, Segretario Territoriale Provinciale Snalv Confsal – Caltanissetta Enna Agrigento – ringraziamo per l’attenzione mostrata verso tale tema e precisiamo alcune informazioni richieste.
Come già comunicato in precedenza, in prima battuta l’evoluzione della procedura dedicata al reclutamento di operatori socio sanitari OSS ha subito uno stop a causa di un guasto tecnico sulla piattaforma utilizzata; piattaforma peraltro gestita da una società esterna.
La scelta del click day era nata per sopperire ad una situazione di emergenza legata alla carenza di OSS reclutabili tramite procedura di mobilità ordinaria. In quel momento, infatti, le richieste espresse avevano avuto un mancato riscontro perché non erano ancora pervenuti i nulla osta da parte delle aziende di appartenenza.
Il guasto che si è determinato- imponendo una sospensione momentanea della procedura con click day – ha dilatato i tempi generando, tuttavia, nel frattempo uno sblocco di molte delle richieste di mobilità già formulate. Ciò ha fatto sì che sia stato possibile effettuare nuove assunzioni con le procedure ordinarie di mobilità.
Ad oggi rispetto all’attuale dotazione organica ci sono 197 OSS in più.
Una volta che avremo l’approvazione della nuova dotazione organica, già inviata in Assessorato, potremo – alla luce del potenziamento previsto nel nuovo piano – effettuare una valutazione e indire direttamente i concorsi ordinari, non più caratterizzati dalla precarietà ma stabili e duraturi nel tempo.

Commenta su Facebook