Sancataldese batte Pro-Favara e vola in finale play-off per la serie D. "Carica" dei millecinquecento al "Mazzola"

1085

Una super Sancataldese conquista la finale play off promozione per la Serie D, nel campionato di Eccellenza, girone A, battendo in casa per 3 a 1, un indomito Pro Favara che era pure andato in vantaggio.
Gli uomini del tecnico Rosario Marcenò hanno giocato davanti un pubblico delle grandi occasioni. 1.500 persone hanno seguito la partita di domenica pomeriggio al Valentino Mazzola.
11081351_430396690467088_1215611224548780733_nIl primo gol della Pro-Favara è targato Leone che di testa supera il portiere Dolenti, al 55′. Ma gran parte del merito va a Cordaro, il “piccolo” attaccante, noto anche al pubblico nisseno per i suoi trascorsi biancoscudati, autore di un cross perfetto.
Ma la Sancataldese dopo il riposo negli spogliatoi torna in campo motivata. Al 75′ è il capocannoniere Scillufo a siglare il pareggio per i verdeamaranto, battendo una punizione potente, deviata dalla barriera.
Padroni di casa in crescita e ospiti in affanno, costretti a difendersi, ma con Cordaro sempre spina nel fianco della difesa sancataldese.
Terminati i 90 minuti, a decidere le sorti del campionato sono stati i tempi supplementari. Neanche il tempo di fischiare l’inizio che l’arbitro ha dovuto aggiornare il punteggio. Al primo minuto dei supplementari è ancora Scillufo ad andare in rete, servito su azione partita da centrocampo dal neo entrato Lo Grasso.
I Verdeamaranto chiudono la partita definitivamente al 122′ con un rigore di Bruno. Lo stesso attaccante era stato atterrato in area dal difensore gialloblu, Scalia, espulso dal campo.
Così è scattata la festa in campo e sugli spalti del “Valentino Mazzola”, con un occhio ovviamente a Mazara, squadra con cui la Sancataldese si giocherà un posto in serie D.

Commenta su Facebook