San Giovanni Bosco: celebrazioni a Caltanissetta e San Cataldo per il santo dei giovani

564

Giornata dedicata alla memoria liturgica di San Giovanni Bosco, il 31 gennaio: come ogni anno il Vescovo Mons. Russotto presiederà le principali celebrazioni dedicate al Santo dei giovani, nel capoluogo e a S. Cataldo.

Nella chiesa madre di S. Cataldo, alle ore 9.00, S. Messa per tutti gli alunni delle scuole, in una città in cui la presenza salesiana ha segnato la formazione cristiana di tante generazioni. Ancora oggiall’Oratorio si svolgono quotidianamente tante attività di animazione e integrazione che impegnano decine di ragazzi in percorsi di solidarietà condivisa e di crescita della spiritualità.

Nel pomeriggio a Caltanissetta la parrocchia del S. Cuore, sede storica dei Salesiani sin dalla metà del secolo scorso e oggi affidata alla guida di padre Salvatore Rumeo, dedicherà a San Giovanni Bosco una processione per le strade del quartiere, con partenza alle 16,30 dall’Istituto S. Maria Mazzarello in via Borremans ed arrivo in parrocchia dove, alle 18.00, Mons. Russotto celebrerà la S. Messa.

Anche nel capoluogo diocesano la memoria di Don Bosco rimane presente in tanti fedeli, cresciuti intorno alle attività dell’oratorio del S. Cuore, molti dei quali oggi animano l’Associazione ex allievi salesiani, di cui è responsabile Giusy Di Raimondo.

Attualmente la parrocchia del Sacro Cuore continua il carisma del fondatore dei Salesiani, dedicando una cura particolare ai ragazzi di tutte le età, attraendo ai propri corsi di catechismo oltre cinquecento adolescenti da tutti i quartieri cittadini e sviluppando attività culturali e di socializzazione con ottanta giovani che animano laboratori teatrali, produzione di musical, laboratori di ceramica e di cucina, in costante rapporto con il territorio.

Il Santo dei giovani delle periferie esistenziali della fine dell’800 rivive ancora nell’azione pastorale quotidiana di una parrocchia molto impegnata a costruire risposte positive alle dinamiche di marginalità che oggi colpiscono giovani di tutte le estrazioni sociali, investiti da una crisi di senso e da disorientamenti profondi che trovano nella Chiesa accoglienza e incoraggiamento per sviluppare i propri talenti.

Commenta su Facebook