San Cataldo. Rimosso il cartellone dei giovani Dem contro la nomina dell’assessore leghista ai beni culturali

99

“Durante la notte del 29 Maggio qualcuno lo ha rimosso. Ci dispiace prima di tutto perché questi gesti meschini ledono sempre la libertà di opinione (e non è la prima volta che accade), che sia stata una ragazzata o un attacco politico”.

I Giovani Democratici di San Cataldo denunciano in una nota che ignoti nella notte hanno rimosso un cartello di protesta contro la nomina di un esponente politico della Lega-Salvini premier alla carica di assessore regionale ai Beni culturali e Identità siciliana.

“Ci rammarichiamo per il fatto che qualcuno, anziché proporre per migliorare e far ripartire la nostra Città, preferisca attivarsi solamente per strappare cartelloni. Non ci demoralizziamo, né tanto meno ci fermiamo, anzi, vorrà dire che dovremo rimboccarci le maniche due volte; di certo noi non abbiamo tempo per depistare striscioni, siamo attivi per i sancataldesi, considerato che in un momento del genere più che mai c’è bisogno di aiuti concreti per famiglie, imprese e commercianti”.

Commenta su Facebook