San Cataldo, per Imu e Tari pubblicati i moduli per l’annullamento per chi ha già pagato

“Nell’ultimo mese sono arrivati centinaia di avvisi di accertamento ai nostri concittadini. Avvisi inviati dalla Soget, la società che gestisce l’accertamento e la riscossione delle entrate tributarie per il nostro Comune. Tante le difficoltà e tante le criticità che abbiamo già verificato con l’Assessore al Bilancio Gabriella Spinello e con il consigliere Mario Lupica, e che abbiamo portato all’attenzione della Soget, durante la riunione di venerdì scorso, 21 gennaio”. Così, il sindaco di San Cataldo, l’Avv. Gioacchino Comparato che proprio in quell’occasione ha chiesto alla Soget un miglioramento del servizio offerto ai cittadini.
“Anzitutto – continua Comparato – è evidente che la Soget debba farsi carico di tutte le istanze che provengono dai cittadini, debba riceverle e verificare se le richieste di sgravio, annullamento o di modifica degli avvisi ricevuti siano legittime. Nessuno deve pagare tasse che ha già pagato”.
“Già da venerdì scorso, – va avanti il Sindaco – come da noi richiesto, allo sportello della Soget lavorano tre addetti, è un primo passo per rafforzare il servizio. Inoltre, abbiamo richiesto la predisposizione di un numero telefonico a cui rivolgersi e grazie cui poter prenotare un appuntamento; e quindi, di un indirizzo mail dedicato. Non è accettabile vedere file lunghissime di persone, lì soltanto per prendere una prenotazione”.
“Intanto, sul sito del Comune – conclude Comparato – abbiamo caricato un modulo di annullamento in autotutela del tributo. Così, insieme al nostro Assessore al Bilancio Gabriella Spinello, invitiamo tutti i contribuenti che hanno già pagato la Tari o l’Imu per un determinato anno e si vedono recapitare un nuovo tributo, a presentare domanda di rettifica e annullamento attraverso il modulo preposto, via mail o presso i recapiti fisici della soget o del Comune. Tutte le istanze di autotutela presentate verranno evase nei tempi previsti”.
Commenta su Facebook