San Cataldo, nuvole nere sui conti del Comune. Il PD: "Sforato il patto di stabilità per campagna Pdl".

822

Comune San Cataldo MunicipioIn questi giorni è tornata sui quotidiani locali la notizia che il Comune di San Cataldo, avendo sforato il patto di stabilità, avrà una sanzione pari ad un minore trasferimento per circa 400.000 euro.

Questa notizia era ben nota, ma oggi, quando siamo ormai prossimi alla redazione del bilancio per l’anno 2012, nel quale la sanzione sarà scontata, torna nella sua drammatica attualità.

Ma c’è di più, purtroppo. Veniamo a sapere che nel bilancio del 2012 dovremo mettere in conto il pagamento di debiti fuori bilancio che esorbitano la ordinaria incidenza annua. Tutto questo perché sarà questa amministrazione a dover conteggiare, tra l’altro, il pagamento all’ex Ragioniere capo dei danni che le precedenti amministrazioni Torregrossa e Di Forti gli hanno cagionato. Il tutto per un importo di circa 150.000 euro.

Mentre facciamo questi conti, il PDL in città si vanta di essere il vero autore dei lavori del rifacimento del manto stradale. Ma a guardare i conti, anche questo lavoro si fa perché abbiamo bussato alla Cassa depositi e prestiti per accendere un mutuo di 1.500.000 euro, che dovremo interamente restituire in dieci anni. Ma potevamo permetterci tutto ciò? O sarebbe stato meglio non sforare il patto di stabilità (+ 400.000 euro in cassa) e rifare parzialmente il manto stradale utilizzando quegli importi senza indebitarci? È vero, il manto stradale si doveva rifare perché era una trovata elettorale: i lavori dovevano partire due mesi prima della campagna elettorale cittadina; ma il diavolo ci ha messo lo zampino (accertamenti sul ribasso a prima vista eccessivo) e i lavori stanno partendo dopo due mesi dallo svolgimento della campagna elettorale.

Evidentemente, si è cercato di fare campagna elettorale con i fondi comunali, anche al costo di cadere in sanzione con lo sforamento del patto di stabilità. Ma è solo questa l’eredità che sui conti ci ha lasciato la precedente amministrazione? Oppure sotto i tappeti troveremo polvere accumulata?

Il Partito Democratico della Città di San Cataldo chiede con forza alla Amministrazione Raimondi di fare una verifica puntuale di tutti le posizioni contabili del bilancio comunale. Dopo aver visto i primi lasciti delle Amministrazioni Torregrossa e Di Forti, temiamo di scoprire dell’altro.

La chiarezza sulla situazione dei conti comunali, l’amministrazione Raimondi la deve, oltre ai partiti che lo sostengono, anche a tutti i cittadini, perché devono rendersi conto della situazione contabile comunale. Questa operazione trasparenza richiederà tempo e fatica, ma ai cittadini sancataldesi è giunto il momento di parlar chiaro.

Il Segretario cittadino

Avv. Davide Cammarata

Commenta su Facebook