San Cataldo, Le Spighe: “Lavoro senza sosta per i progetti del Pnrr presentati e i lavori in emergenza”

Continua a ritmo serrato il lavoro dell’’ufficio Tecnico del Comune di San Cataldo coordinato dall’assessore del movimento LE SPIGHE Salvatore Emma, al fine di sfruttare tutte quelle risorse messe a disposizione dal PNRR.
Nelle scorse settimane è stata effettuata a una variazione in via d’urgenza del Piano triennale delle Opere Pubbliche.

L’elenco dei lavori, proposti dall’avv. Emma e approvati dall’intero consiglio comunale, riguarda opere di grande valore strategico e di utilità per la nostra collettività.
Per quanto riguarda la viabilità urbana ed extraurbana è stato richiesto di poter partecipare al finanziamento messo a disposizione dal Ministero dell’Interno per un ammontare di €. 2.500.000,00.

Ecco l’elenco:

  1. Realizzazione secondo lotto funzionale della via Peppino Impastato che permetterà di procedere il collegamento viario tra la via Babaurra e la piazza Santa Fara con la deviazione e l’alleggerimento del traffico veicolare dal centro abitato: importo €. 1.420.000,00;
  2. Manutenzione straordinaria e messa in sicurezza della strada comunale Gabbara ed interpoderale di collegamento della stessa con la strada provinciale n. 33: importo €. 350.000,00;
  3. Manutenzione straordinaria e messa in sicurezza strada comunale “Giganna due”: importo €. 280.000,00;
  4. Manutenzione straordinaria, recupero e messa in sicurezza del primo stralcio funzionale della strada comunale “Matileo”, collegamento tra S.P. 154 e S.P. 37, in contrada Matileo – sito turistico Miniera Apaforte: importo €. 300.000,00-;
  5. Manutenzione straordinaria con sistemazione di opere a difesa e messa in sicurezza del tratto di strada a valle della via Aldo Moro – Pizzo Carano: importo 150.000,00.

Non solo, lo scorso 27 febbraio scorso sono state presentate anche le richieste di finanziamento (PNRR) relative al settore dell’edilizia scolastica. Ciò soprattutto grazie all’impegno e alla collaborazione del dipendente Vincenzo Scalzo e del responsabile arch. Fabio Cortese, oltreché del consigliere comunale delle SPIGHE Massimo Emma, che ha fornito la sua preziosa assistenza tecnica, lavorando anche di sabato e domenica.

Ecco l’elenco:

  1. Demolizione e ricostruzione della palestra annessa alla scuola “San Giuseppe” chiusa da circa due anni poiché dichiarata non agibile: importo richiesto €. 1.800.000,00;
  2. Ristrutturazione ed adeguamento della palestra annessa alla scuola secondaria di primo grado “G. Carducci”: importo richiesto €. 400.000,00;
  3. Ristrutturazione edile ed impiantistica della scuola dell’infanzia di Corso Unità d’Italia: importo richiesto €. 200.000,00;
  4. Recupero, efficientamento energetico ed ammodernamento dell’edificio ex asilo nido di via Belvedere: importo richiesto €. 500.000,00.

Nel frattempo non sono mancate le emergenze da affrontare. Nonostante la grave carenza di organico e la scarsità di risorse economiche, l’assessore Emma ha inoltre dovuto affrontare innumerevoli interventi di riparazione dei guasti agli impianti di riscaldamento degli edifici scolastici, ridotti in pessime condizioni a causa della vetustà e dell’incuria di troppi anni.

“Attualmente – afferma Emma – si sta intervento presso la scuola materna di corso Unità d’Italia procedendo alla completa sostituzione dell’impianto di riscaldamento ormai ridotto ad un colabrodo. Nelle scorse settimane – prosegue – siamo anche intervenuti per riparare l’impianto della scuola media Carducci e nelle prossime settimane ci occuperemo del riscaldamento della palestra.

Anche la scuola elementare Cristo Re – continua Emma – ha avuto necessità di intervento per un blocco alla caldaia. Contiamo di rimettere tutto in funzione entro il prossimo lunedì.

Identiche emergenze – specifica – hanno riguardato il plesso della Balsamo. Con i lavori attualmente in corso, cercheremo di ripristinare immediatamente il corretto funzionamento dell’impianto di riscaldamento. Insieme al tecnico comunale geom. Silvio Baglio, abbiamo individuato il guasto: per quanto riguarda la scuola media la riparazione è già avvenuta e pertanto le lezioni potranno regolarmente riprendere martedì 15 marzo. Per quanto riguarda invece la scuola materna occorre un intervento di maggior consistenza: prevediamo che i bambini più piccoli potranno ritornare in classe giovedì prossimo”.

Lavoriamo giorno e notte senza sosta – conclude l’assessore delle Spighe – per risolvere le emergenze quotidiane e per progettare la realizzazione di nuove opere”.

Il Movimento civico LE SPIGHE

Commenta su Facebook