San Cataldo, in carcere con due telefoni cellulari nascosti nei biscotti

862

Due cellulari della grandezza di un accendino sono stati trovati nella cella di un detenuto  nella casa circondariale di San Cataldo (CL) occultati all’interno di una scatola di biscotti. A rinvenire i micro telefonini sono stati i poliziotti penitenziari durante una normale attività di perquisizione svolta all’interno del reparto detentivo. I due cellulari erano stati nascosti da un detenuto catanese di 36 anni all’interno di una scatola di biscotti riposta all’interno di un armadietto. “Questa dei cellulari sta diventando una vera e propria piaga – ha detto il comandante della casa circondariale di San Cataldo, il commissario capo Alessio Cannatella – si tratta infatti di telefoni sempre più piccoli e in plastica che tante volte non sono individuabili nemmeno con il metal detector. Un elogio va al personale dunque che, nonostante le difficoltà operative è riuscito ad identificare gli oggetti non consentiti”.

Commenta su Facebook