San Cataldo, il movimento Le Spighe: “Non pretendiamo maggiore rappresentatività in giunta ma pieno coinvolgimento”

Nota stampa del consigliere Mario Lupica del Movimento Le Spighe di San Cataldo

Abbiamo letto sulla stampa una nota con cui l’on. Pagano, nel commentare un’indiscrezione relativa alla sostituzione dell’assessore al bilancio dimissionario, attribuisce al movimento Le Spighe la richiesta “reiterata e a gran voce” dell’assessorato in questione.

A nome del movimento Le Spighe, intendo chiarire in questa sede – mi auguro in maniera definitiva – che il nostro movimento non ha mai preteso, non pretende e non pretenderà in futuro una maggiore rappresentatività in termini meramente numerici.

Ciò che invece abbiamo sempre preteso, e che pretendiamo, in maniera reiterata e a gran voce è un pieno coinvolgimento nell’azione amministrativa e nelle scelte politiche. Allo stesso tempo auspichiamo una maggiore chiarezza dei ruoli, istituzionali e politici, oltre che una maggiore fermezza nelle decisioni politico-amministative.

Ciò che è successo in questi giorni – oggetto di indiscrezioni stampa e ancora prima di voci di popolo – purtroppo non è la prima anomalia verificatasi dall’insediamento dell’attuale amministrazione. Prima fra tutte l’elezione del presidente del consiglio comunale, votato soltanto da una parte della maggioranza e dall’opposizione al gran completo.

Avvertiamo, inoltre, l’esigenza di ribadire il necessario rispetto di ciascuna componente di questo consesso, oltre che della libertà nell’utilizzo degli strumenti che lo statuto e il regolamento mettono a disposizione dei singoli consiglieri. E, a questo proposito, come più volte detto, riteniamo necessario che ogni atto indirizzato alla presidenza debba immediatamente essere posto all’attenzione dei gruppi consiliari.

I problemi che attanagliano San Cataldo sono esorbitanti e gravosi, tanto che impongono il pieno coinvolgimento di tutti, opposizione compresa, e anche e soprattutto della deputazione locale. E le prime questioni sono quelle relative ai vertici delle ripartizioni e più in generale alla carenza del personale, che se non risolte in tempi brevi rischiano di paralizzare l’attività degli uffici e che quindi esigono un interessamento serio e concreto dei deputati locali per un rilancio dell’azione amministrativa, che, a questo punto, appare più che necessario.

Infine, desidero concludere con dei ringraziamenti.

Anzitutto, a nome del movimento Le Spighe voglio ringraziare l’assessore Salvatore Emma per il lavoro fin qui svolto con abnegazione, efficienza ed apprezzamento unanime. Un lavoro che l’assessore Emma continua a portare avanti giornalmente, nonostante le gravissime carenze di personale, senza proclami né smanie di protagonismo.

Il secondo ringraziamento va alla Dott.ssa Gabriella Spinello che, nell’espletamento del suo mandato assessoriale, ha mostrato serio impegno e garbo istituzionale, anche in occasione della mozione sulle problematiche della riscossione dei tributi comunali, che ha apprezzato rendendosi prontamente disponibile ad affrontare con la Soget le questioni sollevate.

Infine, il movimento Le Spighe intende ringraziare l’assessore Marco Andaloro per l’ormai imminente avvio dei servizi anagrafici presso le tabaccherie; iniziativa, questa, che costituisce esempio di come l’azione amministrativa debba essere finalizzata ad agevolare i rapporti tra Comune e cittadini.

Commenta su Facebook