San Cataldo. Ici e Imu aree di permuta. Cittadini infuriati, il sindaco Raimondi. "Iniquità enormi".

877

Il sindaco Francesco RaimondiMonta la protesta a San Cataldo da parte dei cittadini proprietari di abitazioni ricadenti nelle cosiddette ex aree di permuta che si sono visti recapitare le cartelle Ici 2007 e le cartelle Imu con il valore catastale maggiorato di quattro volte rispetto a quanto pagano gli altri contribuenti sancataldesi. Ad esempio per un fabbricato di 100 metri quadrati il valore catastale di 0,2 equivale a 100 euro di Imposta Imu da pagare. Ma se lo stesso fabbricato di 100 metri ricade in zona di permuta, l’Imu schizza a 400 euro poiché il coefficiente al catasto è di o,6. Il problema sta nei ritardi del decreto del Ministero delle Finanze che dovrebbe aggiornare il valore catastale dei fabbricati che ricadono nel territorio di San Cataldo, ceduti dal comune di Caltanissetta. Su tale tematica il Sindaco Franco Raimondi ha ricevuto una delegazione dei Comitati di Quartiere, tra cui “Pizzo Carano”, “Gabara”, “Santa Germana”, “Bigini”, assicurando che l’Agenzia del Territorio ha definito tutto l’iter procedurale per la variazione catastale dei terreni e di aver informato il Prefetto del disagio pubblico per la disparità di trattamento.

“Una enorme iniquità di cui ci rendiamo conto – afferma il sindaco Raimondi a Radio CL1 – e che stiamo affrontando, ma non possiamo intervenire direttamente con un provvedimento che non è di nostra competenza”. Dovrebbero essere gli uffici, in autonomia, a ritirare in autotutela le cartelle alla luce di tale disparità di trattamento tra edifici e abitazioni attigue, tutte rientranti nel territorio comunale di San Cataldo e soprattutto alla luce di una serie di sentenze che vanno tutte nella stessa direzione. Ovvero riconoscono la legittimità dei ricorsi presentati dai cittadini contro le cartelle Ici il cui valore dell’imposta era calcolato sul valore catastale del comune di Caltanissetta, pur essendo in territorio di San Cataldo. “Il consiglio comunale si è pronunciato celermente con un atto di indirizzo che anche la giunta sostiene”, ha spiegato Raimondi.

L’intervista completa su Radio CL1 nei prossimi notiziari locali (17,20 – 18,45 – 19,45 – 7,00 – 8,00)

Commenta su Facebook