San Cataldo, arredi in piazza monsignor Cataldo Naro. Riprendiamoci la Città: “Sono da rimuovere, deturpano la piazza”

Lo avevamo prospettato in campagna elettorale quando il nostro gruppo politico di RIPRENDIAMOCI LA CITTÀ  ha mostrato da subito il proprio disappunto manifestando la volontà, qualora eletti, di volere rimuovere immediatamente quanto istallato in distonia totale dall’unitarietà della Piazza Madrice oggi Piazza Mons. Cataldo Naro.

Analogamente altri gruppi politici facenti parte dell’attuale maggioranza , avevano concordato sulla necessità di rimuovere immediatamente gli arredi frettolosamente disposti sulla piazza che in realtà deturpano la stessa.

Piazza Mons. Cataldo Naro è certamente il luogo più rappresentativo dell’identità sancataldese. Un luogo che evoca e simboleggia i valori costitutivi della nostra comunità locale, che va tutelata e riqualificata sulla base di un progetto organico che tenga conto della storia del luogo, del suo pregio architettonico e del contesto storico in cui è ubicata.

È a tutti evidente che l’installazione di dodici fioriere e di sedici dissuasori fissi nello spazio adiacente il sagrato della Chiesa Madre oltre a deturpare e svilire l’intera piazza, pone un problema di sicurezza pubblica soprattutto in considerazione del fatto che lì si svolgono le più importanti manifestazioni religiose e della pietà popolare (processione del Santo patrono, Corpus Domini, processione di San Giuvannuzzu il Giovedì Santo, mattutino del Venerdì Santo ecc.).

Per tali motivi ed allo scopo di rimediare allo scempio compiuto, il nostro gruppo politico di RIPRENDIAMOCI LA CITTA’ ha presentato in data 23 Novembre 2021 un’apposita mozione consiliare con la quale si invitano i colleghi consiglieri comunali ad approvare la stessa al fine di fare carico all’Amministrazione Comunale di provvedere immediatamente alla rimozione degli arredi succitati.

Con la trattazione della mozione analogamente e con l’eventuale approvazione della stessa viene dato mandato al Sindaco ed Assessori di incaricare l’Ufficio Tecnico comunale di prevedere un’idonea progettualità che possa effettivamente chiamarsi “INTERVENTO DI RIGENERAZIONE E RIQUALIFICAZIONE URBANA” nell’ambito di un contesto storico e non “INTERVENTO SPOT PRE ELETTORALE O DI FINE MANDATO!”.

La mozione sarà discusso al punto n° 14 del Consiglio Comunale convocato per il giorno 17 Dicembre 2021.

Il Capogruppo di RIPRENDIAMOCI LA CTTA’

Giampiero Modaffari

Commenta su Facebook