San Cataldo, apre i battenti il pastificio etico “InSemola”

797

Il pastificio artigianale etico “InSemola” apre i battenti. Il taglio del nastro è previsto per lunedì 22 ottobre alle ore 10:30 nei locali di piazza Crispi 5 a San Cataldo. A un anno esatto dall’avvio del progetto “Mani in Pasta”, finalizzato all’inserimento lavorativo delle persone affette da disabilità psichica, promosso dalla Cooperativa Controluce e sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD, il team è pronto al grande passo. Il pastificio etico sarà una palestra per gli utenti del progetto che potranno cimentarsi nella realizzazione della pasta fresca e al contempo sviluppare le proprie capacità di relazione. Un traguardo reso possibile dal lavoro sinergico con i partner del progetto: il Distretto Socio Sanitario 11, il Modulo Dipartimentale di Salute Mentale dell’ASP di Caltanissetta, il Mo.V.I., Slow Food – Condotta di Enna, TrecentosessantagradiA.P.S.L’inaugurazione del pastificio sarà inoltre l’occasione per lanciare il marchio etico “InSemola” e approntare una riflessione sull’importanza del consumo critico. All’inaugurazione interverranno:Marta Cortese, socia della cooperativa Controluce e referente del progetto, Gianpiero Modaffari,sindaco di San Cataldo,Salvatore Sberna, assessore alla politiche sociali del Comune di San Cataldo,Ritalba Mazzè,direttrice delMDSM,Giuliana Narbone, presidentedell’associazione Trecentosessantagradi, Filippo Maritato, presidente del Mo.Vi e Luigi Annino, fiduciario Slow Food Enna della sezione di Caltanissetta. Alle ore 19:00, invece, è previsto un rinfresco con degustazione dei nostri prodotti.

 

Commenta su Facebook