San Cataldo, approvato il bilancio adesso i lavori con le somme ottenute dalla commissione straordinaria

156

La commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali del ministero dell’Interno ha approvato il bilancio stabilmente riequilibrato del comune di San Cataldo. “Si apre per il Comune la strada della fuoriuscita dal dissesto finanziario. Ciò significa che pur dovendo far fronte agli ingenti debiti che hanno condotto l’ente allo squilibrio (pari a circa 17 milioni di euro), si possono avviare i lavori pubblici da tempo programmati dalla commissione straordinaria. A tale scopo è stato istituito un apposito “Nucleo Operativo” coordinato dai sovraordinati tecnici, l’ngegnere Pietro Varacalli e l’ingegnere Salvatore Bonsignore”. Lo affermano i tre commissari straordinari del Comune sancataldese Giuseppina Di Raimondo, Leonardo Richichi e Filippo Romano.

La prima tranche di interventi prevede lavori di manutenzione straordinaria per 50 mila euro alla scuola San Giuseppe 2° Circolo Didattico. Centrali termiche delle scuole “L. Capuana”, “Cattaneo”, “Cristo Re”, “San Filippo Neri” e di altri plessi scolastici per 172 mila euro). Manutenzione straordinaria scuola Cattaneo (56 mila euro). Impianto elettrico Scuola Cristo Re (100 mila euro). Parco giochi Scuola “L. Capuana” (54 mila euro). Progetto antincendio Scuola San Giuseppe (56 mila euro). Manutenzione stradale (100 mila euro).

In una seconda tranche, in corso di programmazione, si prevederanno ulteriori interventi per manutenzioni stradali, arredo urbano (40 mila euro), villa comunale ed altro verde pubblico (40 mila euro), efficientamento energetico dei plessi comunali: Palazzo Municipale, Scuola “San Filippo Neri”, Scuola “L. Capuana”, e Scuola “Belvedere” (400 mila euro).

“E’ importante evidenziare – concludono i commissari – che tutte le spese per i lavori sopraelencati non gravano sulle ordinarie voci del Bilancio Comunale (su cui ancora fino al 2023 peserà il graduale pagamento dei debiti del dissesto). Le risorse necessarie per i lavori in elenco, infatti, sono stanziamenti straordinari ottenuti dalla gestione Commissariale”.

Commenta su Facebook