Salvatore Messana al confronto tra i candidati sindaco: “Le mie proposte dal turismo, al centro storico alla difesa di ospedale e Corte d’Appello”

436
Il candidato Sindaco Salvatore Messana

Si è svolto questa mattina il confronto tra candidati sindaco organizzato dal programma “Tony Accesi” per RadioCl1. Un incontro ricco di contenuti basato su alcuni temi di grande interesse cittadino. Il candidato sindaco Salvatore Messana ha avuto modo di illustrare alcuni dettagli del proprio programma elettorale come, ad esempio, le misure proposte affinché la macchina comunale possa tornare a funzionare con l’efficienza di una struttura privata: come un piano dettagliato degli obiettivi; un piano finanziario o piano esecutivo di gestione con cui si attribuiscono le risorse a ciascun dirigente; la possibilità di misurare e monitorare i risultati della “macchina amministrativa”, perché non è possibile che negli enti pubblici sia difficilissimo fare un monitoraggio costante nel tempo, quando si può semplicemente delegare questa mansione ai dirigenti attraverso un contratto privatistico, che li ricompensa qualora se raggiungano gli obiettivi preposti; una rete informatica che consenta un sistema di comunicazione snello e capillare tra i diversi uffici e assessorati del Comune; e infine un front-office (come lo “sportello unico per le imprese” e l’”U.R.P.”) che devono diventare un luogo d’incontro e scambio reale ed efficiente tra l’istituzione ed il cittadino. Di grande importanza anche il tema della centralità di Caltanissetta, centralità intesa dal candidato Messana non solo come caratteristica geografica ma anche come qualità a rendere, e non solo in termini economici, ma anche commerciali e turistici. Un adeguato focus sui tratti identitari (commerciali, agroalimentari e culturali) della città, ci porta a sostenere che i dovuti interventi di riqualificazione urbana (bonifica di alcune aree verdi e quartieri del centro storico, creazione nuovi parcheggi) una comunicazione esterna efficace e a carattere regionale e nazionale delle iniziative cittadine (come la Settimana Santa), un adeguamento delle infrastrutture e la difesa di presidi strategici come la Corte D’Appello e l’ospedale Sant’Elia, possono garantire una possibilità di rivalutazione sociale ed economica reale per la città di Caltanissetta, e per i molti giovani che guardano con insicurezza al proprio futuro.

Commenta su Facebook