Salus festival, bilancio positivo per l’Ordine dei medici. “Metodo da imitare per una rete sanitaria”

568

Salus Festival, l’Ordine dei Medici: “Metodo di lavoro da imitare per una rete sanitaria di qualità”

“La metodologia di lavoro che ha permesso la riuscita del Salus Festival sia da esempio per l’organizzazione delle politiche sanitarie territoriali attraverso un efficiente sistema di rete che mantenga alto il livello assistenziale”. Lo ha detto il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Caltanissetta, Giovanni D’Ippolito, tracciando un consuntivo del Festival nazionale dell’Educazione alla Salute promosso dal Cefpas in collaborazione con l’assessorato regionale alla Salute, l’Asp 2 e il Comune di Caltanissetta. D’Ippolito ha inoltre rivolto un plauso ai componenti della commissione consiliare Sanità i ringraziato i medici che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione.

L’Ordine ha attivamente partecipato alle iniziative della rassegna attraverso il contributo scientifico offerto durante i seminari e la presenza dei medici presso gli stand per gli screening alla cervice uterina, alla mammella e al colon retto. I medici, inoltre, hanno garantito informazioni sulla prevenzione e offerto assistenza presso i presidi ambulatoriali dove centinaia di pazienti si sono sottoposti ai controlli di dermatologia, oculistica, senologia, pneumologia, diabetologia pediatrica e per adulti, e visite dentistiche per i bambini.

“Il lavoro sinergico svolto dagli enti istituzionali promotori del Salus Festival, dagli ordini professionali, dal collegio Ipasvi, dalle associazioni del Terzo settore e dalla Pro Loco ha consentito alla popolazione di conoscere una realtà sanitaria locale efficiente e competente – ha aggiunto D’Ippolito -. Già da ora assicuriamo il nostro impegno per la prossima edizione della manifestazione”.

Commenta su Facebook