Sale scommesse non autorizzate e raccolta abusiva di pronostici: a Caltanissetta 7 persone denunciate

1885

Sette le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per la gestione di agenzie di scommesse non autorizzate e dedite alla raccolta abusiva di pronostici. E’ questo il bilancio dei controlli mirati in tema di giochi e scommesse effettuati negli ultimi tre mesi dalla polizia amministrativa della Questura di Caltanissetta. Le agenzie controllate in provincia, nei comuni di Caltanissetta, Mussomeli, Riesi, Santa Caterina Villarmosa, Serradifalco, Mazzarino e Campofranco, operavano sotto il marchio della società anglo-maltese “StanleyBet”, mai abilitata ad operare nel territorio italiano. Al momento dell’intervento, i poliziotti hanno riscontrato anche la presenza di vari avventori e rinvenuto diverse ricevute comprovanti le giocate effettuate. I titolari sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per esercizio abusivo dell’attività di scommesse e per i reati previsti dal Testo Unico Leggi di Pubblica sicurezza, essendo sprovvisti della prescritta licenza del Questore nonché delle autorizzazioni e concessioni rilasciate dall’Agenzia dei Monopoli di Stato, che conferiscono il titolo necessario all’esercizio del gioco online. Le persone denunciate rischiano la pena della reclusione da un minimo di sei mesi a un massimo di tre anni ed il sequestro dei locali e della strumentazione informatica utilizzata. Inoltre, gli imprenditori abusivi, non avendo comunicato ai Monopoli il gettito di quanto raccolto, subiranno le relative ricostruzioni fiscali per determinare l’ammontare dell’Imposta Unica sulle scommesse evasa.

Commenta su Facebook