Salasso in bolletta per un commerciante, ma ignoti gli rubavano l’acqua

755

Bolletta dell’acqua troppo alta, il titolare di un esercizio commerciale del centro storico scopre uno snodo a “T” con un tubo d’innesto nel suo contatore. Adesso è la Polizia a dover risalire all’autore dell’allaccio abusivo, che potrebbe essere un vicino.

Gli agenti sono intervenuti presso l’esercizio commerciale dove il titolare, un quarantenne, aveva scoperto che qualcuno si era allacciato abusivamente al suo contatore dell’acqua.

In un vano contatori condominiale gli agenti hanno constatato che qualcuno aveva innestato un tubo a T per rubare l’acqua.

Caltaqua ha riferito di non essere competente poiché l’allaccio abusivo si trova dopo il contatore, quindi di competenza del condominio, mentre gli agenti non sono riusciti seduta stante a seguire il percorso del tubo abusivo cementato nel muro.

Da circa un anno la bolletta del commerciante aveva subito una impennata nei costi, ma senza che avesse aumentato i consumi.

Dopo la denuncia saranno eseguiti lavori ed accertamenti tecnici da parte della Polizia, per risalire all’autore dell’allaccio abusivo e stabilire eventuali responsabilità di natura penale e civile.

Commenta su Facebook