Rudere occupato, migranti denunciati. La Polizia scopre allaccio abusivo all'Enel

823

Occupano un fabbricato rurale, allacciandosi abusivamente alla rete elettrica. Denunciati dalla Polizia di Stato nel Capoluogo dodici pakistani e cinque afghani.
Gli agenti della Sezione Volanti su richiesta di intervento al 113, sono intervenuti in Contrada Bulgarella, nel Capoluogo, poiché era stata segnalata l’occupazione abusiva di un fabbricato .
Sul posto i poliziotti hanno contattato il richiedente, un pensionato residente in provincia di Catania, proprietario di un terreno nel quale insiste un fabbricato dove si trovavano abusivamente degli stranieri.
In realtà un rudere in pietra privo di porte, finestre e servizi, all’interno del quale gli agenti hanno constatato che vi vivevano diciassette stranieri, dodici di nazionalità pakistana e cinque afghana tra i 28 e 37 anni. All’interno del rudere la polizia ha scoperto l’allaccio abusivo alla rete elettrica. Ma si dovrà scoprire chi lo ha realizzato, visto che quel rudere poteva essere occupato in precedenza da altre persone. Ad ogni modo gli stranieri sono stati denunciati in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per i reati di furto aggravato di energia elettrica e invasione di terreni e edifici in concorso.
La posizione amministrativa degli stranieri è al vaglio dell’Ufficio Immigrazione della Questura; da un primo accertamento due di essi risultano con permesso di soggiorno da rinnovare e gli altri hanno fatto richiesta di protezione internazionale, al vaglio della competente Commissione

Commenta su Facebook