Rottura tra FI-NCD e Lo Verme, Giorgio Villa: “meglio così, Gioacchino ci avrebbe perso” (Ascolta)

1334

“Noi siamo civici”. Con questo hashtag su facebook, i sostenitori di Gioacchino Lo Verme rivendicano la rottura all’ultimo momento dell’alleanza elettorale con il centro destra.

“Noi siamo veramente civici”, si legge nella pagina del medico dermatologo del Sant’Elia, candidato con “officina politica nissena”, il pungolo green italia e diversi insieme.

Chiuse le liste, emergono i retroscena che hanno portato al divorzio ancor prima delle nozze tra Forza Italia e Nuovo centro destra da una parte e Alternativa civica liberale dall’altra. Non sarebbe stata accolta di buon grado da Lo Verme e dai suoi sostenitori l’uscita del deputato Alessandro Pagano che aveva immaginato una continuità tra il sindaco uscente, Campisi e Lo Verme. “Dopo il risanamento operato da Campisi, adesso Lo Verme porterà solidarietà e crescita”, aveva detto Pagano annunciando l’appoggio a Lo Verme che si candida, invece, in netta discontinuità con l’esperienza amministrativa precedente.

A chiudere definitivamente l’esperienza, infine, il rifiuto di Lo Verme a presenziare alla conferenza stampa di presentazione con il senatore Gibiino, coordinatore regionale di Forza Italia.

Ascolta l’intervista a Giorgio Villa, candidato in consiglio comunale con “OPN” e tra i primi sostenitori di Lo Verme che spiega i motivi della rottura.

Commenta su Facebook