Il Rotary promuove la legalità. L’on. Caterina Chinnici, in conferenza: “la legalità si comunica attraverso i fatti”.

3776

In un momento storico in cui la legalità sembra essere svanita nel nulla, una conferenza sul tema, svoltasi venerdì 20 maggio al teatro Rosso di San Secondo, promossa dal Rotary Club di Caltanissetta e tenuta dall’europarlamentare on. Caterina Chinnici, ha sortito un effetto lenitivo sulle ferite che corruzione, interessi privati, collusioni e mafia hanno provocato e continuano a provocare, in tutti coloro che nella legalità ancora credono.

L'intervento di Marilia Turco
Marilia Turco presidente del Rotary nisseno

“Comunicare la legalità”, è il tema affrontato da Caterina Chinnici che, nel corso del suo intervento ha parlato anche del suo libro “È così lieve il tuo bacio sulla fronte – Storia di mio padre Rocco, giudice ucciso dalla mafia”.

Il ricco curriculum di Caterina Chinnici, letto dal prefetto del Rotary Piero Ribaudo, ha fatto da incipit ai saluti del presidente del Club nisseno avv. Marilia Turco che, nel ringraziare l’europarlamentare per la sua presenza, ha pronunciato parole di grande apprezzamento sia come magistrato sia come donna.

“Magistrato integerrimo, lineare, correttissimo, sicuramente un vanto – ha detto, tra l’altro,  Marilia Turco – e la percepiamo come un magistrato nisseno di cui siamo veramente orgogliosi”. Non era difficile cogliere nelle parole del presidente del Club nisseno, anche l’affetto maturato in tanti anni di stima reciproca.

Intervista all’avv. Marilia Turco presidente Rotary Caltanissetta

“Il tema di cui parleremo – ha detto, dopo i ringraziamenti,  l’on. Chinnici – mi porta ancora una volta a ricordare l’impegno e la figura di mio padre. Affronteremo il tema della legalità in maniera diversa dalle solite riflessioni che si fanno sull’argomento. Ho cercato di fare qualche riflessione sulla comunicazione che è un fattore essenziale nelle relazioni umane e sociali. E lo è sempre stato indipendentemente dalle forme di comunicazione che, negli ultimi anni, si sono evolute in maniera veramente veloce”.

Ha quindi toccato il tasto dei moderni mezzi di comunicazione, social network, whatsapp e quant’altro, riconoscendo la loro capacità di

L'europarlamentare Caterina Chinnici
L’europarlamentare Caterina Chinnici

rendere la comunicazione più facile che in passato, manifestando, però, molti dubbi sul fatto che una comunicazione più facile e più veloce possa essere uno strumento in grado di consentire una comunicazione migliore.

“I mezzi di comunicazione che oggi tutti usiamo – ha continuato Caterina Chinnici – hanno prodotto una comunicazione immediata che, però, non consente approfondimenti e impedisce la trasmissione del dettaglio. Vanno bene per comunicare fatti di cronaca, per comunicare caratteristiche di un oggetto, di un prodotto da vendere. Ma vanno bene per comunicare la legalità”?

Esprimendo le sue perplessità su questo interrogativo, ha detto che c’è solo un modo di comunicare la legalità: praticandola e dando l’esempio con i fatti.

Intervista all’europarlamentare on. Caterina Chinnici

Marilia Turco con Caterina Chinnici
L’avv. Marilia Turco con l’on. Caterina Chinnici

“Queste riflessioni – ha poi aggiunto il magistrato – mi portano a ricordare l’impegno di mio padre  perché credo di poter dire che Rocco Chinnici è stato anche un pioniere in questo senso. Perché mio padre affiancò al suo lavoro, l’impegno per diffondere il valore della legalità”.

Ha poi continuato tracciando un profilo del magistrato, ucciso dalla mafia nel 1983, legatissimo al suo lavoro ma anche alla sua famiglia. Al padre scomparso il merito di avere intuito che la mafia andava colpita negli interessi economici tracciando così la strada tutt’oggi percorsa dagli inquirenti. Ma ha tracciato anche il profilo dell’uomo che amava profondamente la sua famiglia anche se, schivo e riservato com’era, non amava che qualcuno notasse i suoi momenti di commozione o di fragilità o di umana debolezza perché abituato a tenere per sé le proprie emozioni. Ha poi raccontato, sorprendendo tutti, della sua abitudine di portare, la mattina presto,  il caffè ai figli. Un gesto grande nella sua semplicità, non in linea con l’immaginario di chi lo conosceva soltanto nel lavoro.

Dobbiamo dire che Caterina Chinnici è riuscita a catturare l’attenzione dell’uditorio coinvolgendolo in quelle che possono essere considerate

Caterina Chinnici riceve l'onorificenza Paul Harris
Caterina Chinnici riceve l’onorificenza Paul Harris

illuminanti, anche se tristi, pagine di storia. La storia di un uomo colpito dalla mafia ma che ha lasciato ai posteri, insegnamenti non soltanto dal punto di vista professionale, ma anche umano.

Un incontro culturale di livello, dunque, arricchito dal conferimento all’europarlamentare della massima onorificenza del Rotary International e cioè la “Paul Harris”, dal nome del suo fondatore.

“Per me questo – ha detto Caterina Chinnici, ringraziando soddisfatta- è un riconoscimento a cui tengo tantissimo. Rimarrà su questa giacca e me la porterò in Europa”.

Un ricco buffet ha infine concluso la serata svoltasi all’insegna della stima e della simpatia per questo personaggio di cui, prendendo in prestito le parole del presidente del Rotary Marilia Turco, possiamo dire di essere più che orgogliosi.

FOTOGALLERY

© Radio CL1 – libero utilizzo delle foto citando la fonte

Commenta su Facebook