Rocca di Cerere Geopark, il sito Unesco al centro della Sicilia per la seconda volta riceve green card

Il Rocca di Cerere UNESCO Global Geopark, al centro della Sicilia, racchiude un’ampia area di 1.279 chilometri quadrati. Il termine “geoparco” indica non soltanto il valore naturalistico dell’area, ma anche lo stretto legame tra geologia e cultura, storia e popolazioni. Esiste, infatti, un antico legame tra la geologia e il mito delle divinità legate alla terra: Demetra-Cerere e Kore-Persefone. La geologia del Parco testimonia una catastrofe geoclimatica che avvenne nel Mediterraneo oltre 5 milioni di anni fa: il mare, rimasto privo di collegamenti, sia a Est con l’Oceano Indiano sia a Ovest con l’Atlantico, entrò in una crisi che lo portò velocemente ad evaporare, lasciando al suo posto un’immensa voragine, nel cui fondo si erano accumulati i sali che prima erano sciolti nelle acque. Quei cumuli di sale, chiamati “evaporiti messiniane“, sono montagne di calcare bianco di varie forme, gigantesche coltri di gesso e depositi salini. Proprio la storia geologica si collega a quella dell’uomo. Le evaporiti, infatti, sono le rocce dalle quali l’uomo ha estratto il sale. Molto forte anche il legame con lo zolfo, estratto già dall’età del bronzo e che fu merce di scambio ed elemento di sviluppo importante per l’economia della Sicilia Centrale fino a qualche decennio fa.

Nei giorni scorsi, il Rocca di Cerere UNESCO Global Geopark ha ottenuto per la seconda volta consecutiva la Green Card, da parte dell’UNESCO: il massimo riconoscimento in ordine alle politiche di conservazione e valorizzazione che ha saputo porre in essere. La Green Card arriva dopo un intenso lavoro di valutazione, fatto sul campo, da due ispettori/valutatori indipendenti, non italiani. Del Rocca di Cerere UNESCO Global Geopark fa parte anche lo straordinario Monte Capodarso, in territorio nisseno ed ennese, peculiare emergenza geologica e paesaggistica all’interno della Riserva naturale orientata Monte Capodarso e Valle dell’Imera Meridionale, gestita da Italia Nostra dal 27 ottobre 1999.

Il Rocca di Cerere è stato inserito nella lista dei Geoparchi mondiali UNESCO il 17 novembre 2015, nel corso della 38ª Sessione Plenaria della Conferenza Generale dell’UNESCO svoltasi a Parigi.Il Rocca di Cerere Geopark ha dimostrato negli anni la sua piena adesione e un convinto apporto alle Reti Europea e Mondiale dei Geoparchi. Elementi portanti di questo riconoscimento sono la straordinarietà del suo patrimonio geologico, la qualità paesaggistica, l’elevata geodiversità, la presenza di una strategia di sviluppo sostenibile attuata attraverso i principi della condivisione e della collaborazione con gli altri attori locali, e una intensa attività di geoturismo che integra e completa le proposte di educazione ambientale.  Prof. Leandro Janni, presidente regionale di Italia Nostra Sicilia

Commenta su Facebook