Ritardi su bretella Ss640, cantieri aperti a Natale per recuperare. Ruvolo: “saremo inflessibili”

470

I cantieri dell’asse stradale 640 rimarranno aperti anche durante le festività natalizie. Questa è la buona notizia. Quella cattiva è che la bretella sulla Ss640 che congiunge con la A-19 non riaprirà prima di febbraio.

Per recuperare, almeno parzialmente, il tempo perduto nell’esecuzione  dei lavori per realizzare l’innesto della strada statale 640 con  l’autostrada Pa-Ct, i cantieri verranno intensificati e rimarranno  aperti anche durante le festività di Natale e di fine anno, mentre già  nei prossimi giorni verranno asfaltate diverse strade cittadine come anticipo delle misure compensative che l’Anas e la ditta appaltatrice  devono rendere alla Città di Caltanissetta.

E’ quanto emerso dalla riunione che si è svolta in Prefettura voluta dal sindaco Giovanni Ruvolo e dai vertici aziendali e dell’Anas e presieduta dal Prefetto Maria Teresa Cucinotta, per fare il punto sui lavori in  corso.

“E’ stata una riunione dai toni anche aspri – ha spiegato il primo cittadino- perché ho fatto presente che è inaccettabile per la comunità nissena continuare a patire disagi e rinvii da un mese all’altro per l’apertura di questo importantissimo asse stradale al traffico viario. Non ci possono soddisfare le giustificazioni rese -ha aggiunto Ruvolo- sulle cause dei ritardi a loro dire dovuti alla tromba d’aria dei primi giorni di Ottobre. Abbiamo preteso chiarezza e per questa opera di risoluta mediazione ringrazio il prefetto che si è spesa in prima persona per sollecitare l’Anas e l’azienda esecutrice dei lavori, a concludere con la gli interventi con la massima urgenza”.
Per volontà del prefetto e del sindaco, infatti, subito dopo le festività ci sarà una nuova riunione per verificare lo stato di  avanzamento dei lavori e fissare le date dei collaudi, al fine di  accelerare le procedure propedeutiche all’apertura della strada al  traffico veicolare.
“Durante l’incontro -ha detto Ruvolo- ho ribadito con fermezza che la città ha subìto danni enormi che vanno risarciti. Per questo ho richiesto e ottenuto garanzie che con priorità venga anche realizzata una grande mensa per le persone bisognose nel nostro centro storico per dare concreta solidarietà alle fasce deboli della popolazione, fermo restando i pregressi impegni assunti e su cui saremo assolutamente inflessibili nell’interesse esclusivo della città di Caltanissetta”.

Commenta su Facebook