Riscossione Sicilia, il 4 di marzo sciopero per l’intera giornata

525

I lavoratori e le lavoratrici di Riscossione Sicilia scendono in campo con i sindacati FABI, FIRST CISL, FISAC CGIL, UILCA UGL CREDITO e UNISIN dopo la proclamazione dello stato di agitazione avvenuta il 19 febbraio con una giornata di sciopero proclamato il 4 di marzo.
La motivazioni dello sciopero derivano dalla incertezza del futuro dei circa 700 lavoratrici e lavoratori della riscossione in Sicilia, dal rischio per le retribuzioni e per la stabilità dei posti di lavoro, dalla mancata applicazione della Legge regionale 16/2017 che prevede, previo accordo con lo Stato, la confluenza di attività e personale, senza soluzione di continuità, da Riscossione Sicilia Spa ad Agenzia delle Entrate Riscossione, dalle mancate erogazioni di parti di retribuzione spettante al personale, dalla mancata definizione di impegni contrattuali vigenti.

Commenta su Facebook