"A rischio 1,3 milioni per servizi sociosanitari". L'Udc presenta due interrogazioni. All'Ars e al comune.

633

Udc, Gianluca Miccichè, Ivano Rinaldo, Felice DiernaL’Udc di Caltanissetta, presentatasi in conferenza stampa con il gruppo consiliare, i dirigenti del partito locale e la deputazione (era presente l’on. Gianluca Miccichè), ha avviato un’azione di denuncia e di pressione per evitare che le risorse ancora disponibili del distretto socio sanitario di Caltanissetta, un milione e trecento mila euro, vadano disperse, ovvero ritornino indietro, a causa della mancata progettazione degli interventi.

Ascolta l’intervista a Gianluca Miccichè – Deputato Udc Ars

In particolare, denuncia l’Udc nissena, la mancata convocazione del “gruppo piano” da oltre un anno da parte del comune di Caltanissetta che è capofila (l’Udc punta il dito su Campisi e l’assessore al ramo, Firone),  impedisce l’utilizzo di tali risorse in altrettanti progetti da predisporre e rendere esecutivi insieme ai soggetti del Terzo settore che fanno parte del distretto.

Il partito di centro si accinge quindi a presentare due interrogazioni. Una all’Ars, in quanto è la Regione a garantire le funzioni di indirizzo e controllo su tali servizi, così come sulla valutazione dei progetti.  L’altra interrogazione sarà sottoposta dai consiglieri comunali del capoluogo al sindaco e all’assessore alla solidarietà sociale, Giuseppe Firrone.

“Quello di Caltanissetta è diventato uno dei distretti sociosanitari meno virtuosi in termini di capacità di spendere i finanziamenti assegnati – afferma il deputato Udc e vicepresidente della commissione antimafia all’Ars, Gianluca Miccichè – vogliamo che Caltanissetta ritorni ad essere invece uno dei comuni virtuosi nella spesa dei fondi”.

UDC

Commenta su Facebook