Riqualificare l’edilizia residenziale pubblica, appello di Sunia e Cgil: “Bando in scadenza, Iacp e Comuni intervengano”

“Per moltissime famiglie delle nostre comunità non sarà possibile trascorrere un natale in una abitazione dignitosa”. Lo affermano in una nota unitaria la CGIL, la Fillea ed il Sunia di Caltanissetta con i rappresentanti Rosanna Moncada, Francesco Cosca e Iside Licata. “Mancano soli 13 giorni al termine ultimo previsto dal primo bando emanato dalla regione Sicilia volto a destinare 233 milioni per gli alloggi popolari” ed il sindacato degli inquilini chiede di auymentare il personale tecnico per non perdere l’opportunità dei finanziamenti.

“L’obiettivo del bando pubblicato dalla Regione è quello di attingere agli stanziamenti del PNRR per destinare risorse al programma di riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica. La ratio del bando è quella di rispondere alle necessità abitative delle fasce di popolazione più svantaggiate e pertanto è un occasione per migliorare l’efficienza energetica e la sicurezza degli immobili esistenti e per aumentare il numero di edifici destinati a tale scopo. Non possiamo perdere i finanziamenti previsto dal Pnrr per la riqualificazione urbana e i piani di messa in sicurezza del territorio per le infrastrutture della nostra provincia”. A destare la perplessità dei sindacati a causa della ben nota esiguità del personale degli uffici tecnici è La parte in cui si richiedono studi di fattibilità per progetti del valore unitario da presentare entro La scadenza del 7 marzo 2022. Per fare camminare su due binari paralleli le risorse e i progetti bisogna invitare i comuni e Iacp ad organizzarsi al fine di rafforzare le competenze tecniche mediante incremento di tecnici. Si tratta di occasione imperdibile”.

“Riteniamo che chi ha a cuore il proprio territorio , e nel particolare la dignità dell’essere umano nella propria dimensione abitativa non può e non deve perdere tempo a partecipare al bando al fine di avviare nuovi cantieri e nuove opere strategiche”.

L’appello è rivolto a coloro che possono accedere al bando ovvero Comuni della provincia nissena e Iacp “affinché ancora una volta si eviti di intervenire e si possa restituire dignità e funzionalità alle case dei nostri concittadini più disagiati”.

Commenta su Facebook