“Riparte da Mussumeli la battaglia per la stabilizzazione”. Assemblea della Fp Cgil con i precari

Si è tenuta ieri pomeriggio al Comune di Mussumeli un’affollata Assemblea di precari, indetta dalla FPCGIL di Caltanissetta, per “fare il punto della situazione della loro condizione e delle prospettive della stabilizzazione”. Alla riunione erano presenti i dirigenti della CGIL Francesco CALA’ RSU al Comune, Giancarlo LA ROCCA, Coordinatore Provinciale, Rosanna MONCADA Segretaria Generale CGIL Caltanissetta e Massimo RASO Segretario Regionale della FP CGIL SICILIA.

“Nel corso della riunione è emerso come la gran parte del personale precario del Comune, ricompreso tra il personale ASU nei tabulati del Dipartimento Regionale al Lavoro facenti parte dei 4.571 ASU della Sicilia, provenga in realtà dalla Legge 67/88, quel famoso “Articolo 23” che ha consentito in tanti altri Enti e Comuni la stabilizzazione dei precari. La CGIL non comprendere come questo sia accaduto e porrà la questione a livello regionale affinché sia possibile estrapolare questi lavoratori e attendere l’evoluzione della “vertenza ASU” (che appare bloccata dall’avvenuta impugnativa dell’Art.36 della Legge Regionale 9/2021)”.

“Nel corso dell’incontro – prosegue la nota – sono emerse una serie di criticità, circa l’utilizzazione nei vari servizi di questi Lavoratori che, da troppi anni, hanno finito per debordare dall’originale funzione di supporto all’attività dei dipendenti di ruolo assumendo sempre di più direttamente responsabilità ed oneri che non gli sono propri. Sull’insieme di queste questioni, la FP CGIL CALTANISSETTA ha annunciato una richiesta di incontro urgente all’Amministrazione Comunale che riguarderà i ruoli assegnati al personale precario, gli orari di lavoro e il rispetto delle normative sulla sicurezza. La battaglia per la stabilizzazione di questo personale che, incredibilmente, da oltre 30 anni e per meno di 600 euro al mese, vive questa assurda condizione, riparte da Mussumeli: il Governo della Regione deve dirci quali passi ha compiuto per superare i rilievi del Governo Nazionale e cosa intende fare per superare questa assurda situazione che si è venuta a determinare a danno dei Lavoratori di Mussumeli e dell’intera Sicilia”.

Commenta su Facebook