“Rimpastino da manuale Cencelli”, Ncd: “città fuori controllo”

862

“La revoca dell’assessore Zagarrio e la nomina del Dottor Bellomo in qualità di assessore della giunta Ruvolo senza che allo stesso siano state conferite deleghe, denota la scarsa mancanza di chiarezza in cui l’Amministrazione di Caltanissetta, insieme ai partiti che la sostengono, sta trascinando l’intero sistema politico locale, ritardando così decisioni importanti per la nostra città in un momento critico e delicatissimo”. Lo afferma in una nota il coordinamento cittadino di Ncd

“Importanti finanziamenti provenienti dalla giunta Campisi potrebbero perdersi. Non abbiamo più notizie del finanziamento della collina Sant’Anna, i lavori al quartiere provvidenza si sono fermati, quelli di salita Matteotti segnano il passo. Nessuna progettualità viene avviata dall’amministrazione Ruvolo che fino a oggi non ha fatto altro che aumentare il carico fiscale. I problemi connessi all’immigrazione, all’ordine pubblico, al randagismo, al trasporto pubblico appaiono fuori controllo”.

“Il rimpastino consumato dal sindaco appare come la spartizione di poltrone proporzionata secondo le regole del vecchio manuale Cencelli, nessun riferimento nelle scelte viene fatto rispetto all’efficacia dell’azione amministrativa e tutto in barba ai tanto professati criteri meritocratici.

I cittadini lamentano che la città è completamente fuori controllo”.

Ncd, dall’opposizione, chiede al sindaco di fare chiareza “sui programmi a breve e medio lungo termine e le forze di maggioranza che lo sostengono chiariscano qual è la loro posizione nei confronti di questa amministrazione”.

“Si evitino dubbi ed equivoci che sicuramente non stanno facendo bene alla città”, si legge nella nota, con un celato riferimento alle fibrillazioni con l’Udc.

Ncd definisce “rischiosissimo l’impasse decisionale che sta ormai cronicizzandosi”.

Commenta su Facebook