Rifiuti. Ritardi SRR, il commissario si sostituisce ai sindaci: "prossima settimana presenterò il piano d'ambito"

1819

Dopo il sit in definito “della speranza” dei sindacati Fp Cgil e Uil Trasporti, tenutosi ieri davanti la sede dell’Ato Ambiente CL1 in liquidazione, con il quale i lavoratori hanno manifestato il loro malumore per gli stipendi non pagati e soprattutto per l’incertezza sul futuro, parla il commissario della SRR “Caltanissetta provincia Nord”, Enrico Vella, annunciando una svolta nella nascita della SRR. Vella infatti annuncia che in sostituzione dei sindaci presenterà la prossima settimana il piano d’ambito, ovvero il piano industriale complessivo del sistema integrato dei rifiuti senza il quale non possono partire neanche i singoli ARO, ambiti di raccolta ottimale.
Sulle vicende contingenti e i problemi finanziari, dopo il pignoramento per quasi 500 mila euro operato dal comune di Siculiana nei confronti del conto del commissario della SRR Vella spiega di aver inoltrato una nota al dipartimento regionale rifiuti “che mi ha nominato per portare avanti il servizio in attesa che i sindaci facciano partire la SRR”. “Ma ad oggi siamo indietro rispetto alla programmazione. Purtroppo con debiti pregressi del 2008, 2009 e qualcuno del 2012 hanno pignorato il conto del commissario che non si potrebbe pignorare perchè riguarda la gestione ordinaria, anche perchè l’Ato in liquidazione ha uno o più conti anch’essi pignorati”.
“Si è creata – ammette Vella che stamane ha incontrato il legale del comune di Siculiana – una situazione di stallo e non si può fare gestione ordinaria. Prima di questo pignoramento avevamo pagato gli stipendi, due settimane fa, pur sempre con un ritardo latente, ma inferiore a quello che si registrava in precedenza”.
“Non era una questione di dimissioni- afferma Vella – ma di impossibilità ad applicare l’ordinanza per cui il commissario è stato nominato. Già nei mesi scorsi ho salvaguardato il conto per la gestione ordinaria dai pignoramenti. I debiti ammontano a più di 28 milioni di euro, ma non me ne occupo io, perchè il mio lavoro è la gestione ordinaria e sollecitare i sindaci ad attuare la legge 9 del 2010”.
Quindi l’annuncio: “Presenterò in sostituzione dei sindaci il piano industriale, con la speranza di sbloccare il conto e lasciare una programmazione che sia utile al futuro del servizio ed ai cittadini”.
Il riferimento è all’impianto di contrada Martino a Serradifalco, per il quale la Srr ha avviato un progetto. Ma il commissario avverte: “si parla sempre di discariche ma quando mi sono insediato, c’erano discariche abbandonate. Finalmente si parla a Caltanissetta non solo di questioni giudiziarie legate alle discariche, ma di sviluppo di un’impiantistica moderna. Abbiamo lottato per mettere in campo il progetto della discarica di Serradifalco. Si parla di ampliamento (e centro di compostaggio, ndr), ma prima si deve mettere in sicurezza, un’operazione che abbiamo iniziato di concerto con l’ufficio tecnico, per la messa in sicurezza permanente. Poi ci sarà il post operativo e in seguito si potrà parlare di ampliamento”.
“Intanto abbiamo trovato limiti tecnici e ambientali che stiamo risolvendo e un debito riferito agli anni 2011 e 2012 riguardante il post mortem perchè mancano le somme che dovevano essere accantonate per il post mortem. Come certificato nel bilancio del 2012 sono quasi 3,7 milioni di euro e verificheremo questo aspetto alla Regione”. Intanto decine di lavoratori dell’ATO AMBIENTE CL1 hanno protestato per il mancato pagamento degli stipendi dal mese di novembre 2014 ad oggi. I sindacalisti Michele Ferro e Manuel Bonaffini della CGIL e Andrea Morreale della UIL TRASPORTI , dichiarano che : «Il mancato pagamento degli stipendi sta rendendo la vita dei lavoratori e delle famiglie impossibile. Gli stessi sono incapaci di sostenere i bisogni giornalieri tra cui anche quello dell’acquisto di carburante per recarsi sul posto di lavoro. Rivendichiamo il diritto di aver corrisposto mensilmente la retribuzione maturata e per questo ci rivolgiamo al nostro datore di lavoro, seppur consapevoli delle anticipazioni fatte per compensare i notevoli ritardi di diversi comuni.
IMG_1028Il Segretario della UIL TRASPORTI Andrea Morreale e i Dirigenti Sindacali Michele Ferro e Manuel Bonaffini della FP CGIL avvertono che nel caso in cui non vengano definiti nuovi percorsi al fine di ridurre i ritardi nei pagamenti degli stipendi, continueranno il percorso denominato “SIT-IN della speranza il cui scopo è anche quello di determinare l’avvio immediato della SRR per porre fine alla situazione di incertezza e di spreco determinatasi” avviando anche altre iniziative fino alla proclamazione di uno sciopero». CGIL e UIL ricordano che il prossimo sit-in si terrà davanti il comune di Caltanissetta.

Commenta su Facebook