Rifiuti, l’innovativo sistema “Uno@Uno” a regime a Sutera: la differenziata fa leva sul risparmio

1719

DSC_7684 sistA distanza di un mese dall’avvio del sistema uno@uno presso il Comune di Sutera, interessanti i primi risultati emersi. Infatti si è potuto appurare che grazie alla tracciabilità dei singoli sacchetti di “rifiuti” i Cittadini di Sutera hanno iniziato a conferire correttamente differenziando con minuzia i loro scarti.

Grazie a ciò si è notato che la quantità di materiali provenienti  dalla raccolta differenziata  si sono quadruplicati, sia per il fatto che con il sistema di raccolta differenziata unoaduno si sono triplicati i giorni di raccolta in quanto con  l’etichettatura non è più necessario aspettare i turni per i singoli materiali ma bensì si può conferire tranquillamente per ogni turno tutte le tipologie di materiali (carta, plastica, vetro e alluminio) sia perchè diminuisce il fastidio di tenere a casa i propri rifiuti.

Quindi grazie al “fastidio zero” generato da uno@uno la quasi  totalità di frazione secca dei rifiuti viene regolarmente conferita presso la nuova ed attrezzata isola  ecologica. Si è potuto altresi appurare non solo la DSC_7699 sistriduzione di circa il 40% del conferimento in discarica, ma anche il fatto che eliminando i “volumi” generati dalla frazione secca  non è più necessario conferire in discarica giornalmente ma bensì una singola volta a settimana.

Il comune entusiasta di questa esperienza sta studiando soluzioni al fine di migliorare la logistica del servizio al fine di ridurre i costi  di raccolta e smaltimento,  che nelle previsioni dovrebbe portare ad  una riduzione per la stessa Amministrazione di circa  50 mila euro l’anno sommando la riduzione del costo per il conferimento in discarica, al minor costo del trasporto e agli incentivi dovuti dai consorzi del riuso.

Un risparmio di  50  mila annui   nulla sembrerebbero rispetto ai costi che le Amministrazioni DSC_7710 sistpubbliche  sostengono per la propria “igiene pubblica”,  ma se consideriamo che i cittadini di Sutera  sono poco più di 1.500 rapportando tale risparmio per una città media come Caltanissetta o grande come Palermo nel primo caso il risparmio sarebbe di circa 2 milioni di euro l’anno  e di circa 20 milioni annui per una città come Palermo.

Nel Centro comunale di raccolta di Contrada Sant’Elia a Sutera,  i cittadini potranno conferire i propri rifiuti differenziati, nei giorni di  martedì, giovedì e sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.00.

Il servizio di raccolta differenziata, è partito il 20 maggio, ed è  effettuato con l’applicazione del sistema uno@uno: ciascun utente è stato fornito di un codice a barre personale, riportato su etichette adesive, di diverso colore a seconda della tipologia di rifiuti, che dovranno essere apposte sui singoli sacchetti.DSC_7723

La raccolta differenziata potrà essere effettuata sia presso il Ccr di Contrada Sant’Elia, che attraverso il conferimento porta a porta tre giorni a settimana. Gli utenti riceveranno uno sgravio sul costo del servizio di raccolta dei rifiuti, proporzionale alla quantità di raccolta differenziata effettuata.

Sul sito del comune è possibile visionare quanta differenziata ha conferito il singolo utente e sono stati istituiti due eco sportelli il primo presso la stessa isola ecologica e il secondo presso l’ufficio turistico del comune nel quale oltre a visionare i dati dei conferimenti si potranno ristampare le etichette uno@uno.

“Come promesso, il Comune di Sutera una attenzione particolare ai temi dell’ambiente e dei rifiuti.- dichiara Giuseppe Grizzanti, sindaco di Sutera – Lo dimostriamo con fatti concreti come l’applicazione del principio “chi inquina paga” , secondo il quale chi effettua  la raccolta differenziata pagherà meno il costo del servizio. “

“Siamo certi che l’applicazione del sistema uno@uno per l’incentivazione e la certificazione della raccolta differenziata, insieme alla riapertura del ccr di Contrada Sant’Elia, – aggiunge Nino Pardi, assessore all’Ambiente – permetteranno a Sutera di superare in breve tempo l’attuale quota del 15% di raccolta differenziata.

Commenta su Facebook