Rifiuti, l’assessore Margherita: “Sbagliato criticare il bando. Questa amministrazione non farà più proroghe”

“Penso che criticare la predisposizione di un bando ponte sia sbagliato. Come sappiamo a Caltanissetta dal 2011, data dell’ultimo bando per l’affidamento ad una società del servizio rifiuti, ad oggi si è andati avanti con le proroghe. Posso dire con certezza che non è intenzione di questa amministrazione continuare a lavorare su proroghe del servizio rifiuti, ma procedere a un bando”.

Così l’assessore all’Ambiente e vicesindaco del comune di Caltanissetta, Vito Margherita, risponde alle sollecitazioni dei consiglieri d’opposizione sul “bando ponte” per il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, la cui ultima proroga alla società affidataria, Caltambiente, scade il prossimo 30 settembre.

“Abbiamo all’Urega un bando per il piano Aro, che prevede l’affidamento per sette anni e i primi di settembre sapremo come si procederà in tal senso e quando partirà. Nonostante ciò l’amministrazione non sta ferma, ma lavora al progetto ponte per colmare questo periodo di vacatio”, spiega l’assessore.

I 14 consiglieri d’opposizione paventano il rischio di un aumento della Tari per i cittadini. E’ un allarme infondato?

“Non è infondato – ammette Margherita – ma è ovvio che bisogna lavorarci. Le leggi cambiano e con il decreto ministeriale di maggio 2016 non si può più procedere a un servizio di raccolta come quello attuale. Dobbiamo incrementare la differenziata che a Caltanissetta è tra l’8 e il 10%, una percentuale bassa. Sarà questa la nostra sfida, dettata non solo dall’imposizione della legge. Non escludiamo che si possa andare a una raccolta di porta a porta spinta in alcune aree della città, cambiando il sistema di raccolta”.

Il costo del servizio aumenterà, “perchè partiamo da un sistema di raccolta base – spiega il vicesindaco – ma al contempo ridurremo i costi di conferimento in discarica che oggi sono molto elevati”.

Intanto il Comune di Caltanissetta mette in campo la campagna di comunicazione per informare i cittadini sull’obbligo, ma soprattutto sulle modalità con cui praticare la raccolta differenziata. Una serie di borchure informative saranno a breve inviate ai cittadini per aggiornare gli utenti sul corretto utilizzo delle isole ecologiche per il conferimento della frazione secca, come carta, cartone, plastica, vetro e alluminio e del centro comunale di raccolta di contrada Cammarella per i rifiuti ingombranti. Tutto nasce dall’ordinanza sindacale del 15 luglio scorso, emanata in ottemperanza dell’ordinanza del presidente della regione siciliana sull’emergenza rifiuti, e che tra le altre cose impone un incremento percentuale obbligatorio della raccolta differenziata.

“Sono uscite le brochure, con cui si spiega il sistema di raccolta differenziata (clicca per guardare). Partiremo con campagne di comunicazione e incontreremo i comitati di quartiere. Questo è il compito che ci spetta come Comune, ma è chiaro che serve anche la sensibilità dei cittadini. E’ una sfida che dobbiamo tutti vincere”, conclude l’assessore all’Ambiente, Vito Margherita.

Commenta su Facebook