Rifiuti. Dopo stop di Siculiana, Regione autorizza Ato CL1 a conferire a Gela

856

discarica Siculiana“Scongiurata emergenza rifiuti: la Regione trasmette i due decreti d’autorizzazione”. Questo l’incipit della nota trasmessa dall’ufficio stampa dell’Ato Ambiente CL1, dopo che la discarica di Siculiana aveva chiuso i cancelli a numerosi ambiti territoriali siciliani morosi.   “I compattatori dei 15 comuni dell’Ato Ambiente Cl1 – prosegue la nota – questa mattina, hanno rischiato di non potere scaricare i rifiuti a causa del ritardo da parte della Regione nella firma del decreto di autorizzazione delle due discariche presso le quali conferiscono i rifiuti i comuni dell’ambito Caltanissetta 1:  Gela e Castellana Sicula”.
Il decreto che consente alle municipalità di  Marianopoli, Vallelunga, Villalba, Santa Caterina e Resuttano di sversare la spazzatura, fino al 31 dicembre, nella discarica di contrada Balza Di Cetta, nel Comune di Castellana Sicula è stato trasmesso, solo, intorno alle 11.
E’ stato Raffaele Lombardo, commissario per l’emergenza rifiuti ad apporre la firma sull’atto d’autorizzazione.
Per gli altri dieci enti, Caltanissetta, Acquaviva Platani, Bompensiere, Milena, Montedoro, Mussomeli, San Cataldo, Serradifalco e Sutera, che conferiranno da stamani e fino al 31 dicembre nell’impianto di contrada Timpazzo, gestita dall’Ato Ambiente Cl2, a Gela, l’autorizzazione è arrivata intorno alle 14,  a firma del dirigente del Dipartimento, Marco Lupo.

Commenta su Facebook