Rifiuti dal 3 novembre la rivoluzione porta a porta. Tutti i dettagli dell’ordinanza del sindaco

1162

Rivoluzione nel servizio rifiuti dal 3 novembre prossimo, data in cui entra in vigore l’ordinanza firmata oggi dal sindaco Giovanni Ruvolo contenente le disposizioni attuative per la raccolta differenziata porta a porta per le utenze domestiche nel Villaggio Santa Barbara e per tutte le utenze non domestiche del capoluogo come bar, ristoranti, alberghi, supermercati e comunità.
L’Ordinanza dispone le modalità attuative per la separazione e il conferimento dei rifiuti da parte di tutte le utenze domestiche e non domestiche del capoluogo, con le misure necessarie a incentivare il raggiungimento del 36% di raccolta differenziata.
“Una sfida che la città tutta deve raccogliere con senso di responsabilità e partecipazione – ha detto il sindaco Ruvolo- sia perché apporta benefici ambientali e sgravi tributari ai cittadini, ma anche perché consente di uniformarci alle direttive regionali e non incorrere nelle sanzioni stabilite dalla legge, per fare quel salto di qualità, in sintonia alle direttive del consiglio comunale, che ci allinea finalmente alle altri grandi città italiane che già da tempo sperimentano con successo la raccolta differenziata”.
Nei prossimi giorni dal Comune verranno attivate una serie di iniziative promozionali per diffondere l’avvio di questa prima fase di sperimentazione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti.
Tutti i dettagli tecnici e operative, le modalità, gli orari e le sanzioni sono contenuti nell’Ordinanza Sindacale.

Come preannunciato in una conferenza stampa due settimane addietro circa, saranno previsti sgravi del 30% i bolletta per gli utenti di Santa Barbara che si auto dichiareranno per la raccolta porta a porta.

Un metodo di conferimento che necessita ovviamente della collaborazione dei cittadini e della società che gestisce il servizio, Caltambiente, a cui l’applicazione dell’ordinanza è rivolta unitamente alla Polizia Municipale ed ai responsabili del servizio del Comune per l’aspetto dei controlli.

Per la frazione organica, l’insieme degli scarti derivanti dalla preparazione o dal consumo dei cibi, gli utenti dovranno attenersi a giorni, orari e modalità di conferimento. Il lunedì, mercoledì e venerdì entro le 8,30 dovranno lasciare il sacco di colore marrone negli appositi mantelli antirandagismo che saranno a breve predisposti.

Per la carta e il cartone il conferimento avverrà in prossimità el portone d’ingresso delle abitazioni o del locale pubblico in sacchi appositi di colore azzurro ogni giovedì entro le ore 8,00 e saranno rimossi da Caltambiente entro le 10.

Per la plastica (sacchetto giallo) il martedì entro le 8,00 (dovranno essere rimossi entro le 10,00) e il sabato.

Per il vetro e le lattine il giorno di conferimento è il sabato entro le 8,00 in sacchi appositi di colore verde.

Per i rifiuti indifferenziati l’ordinanza ribadisce l’obbligo di conferirli negli appositi cassonetti e i divieto assoluto, così come per gli ingombranti, di lasciarli in strada. Per i materiali ingombranti possono essere lasciati il giovedì dalle 18 alle 24 nei pressi dei cassonetti e saranno ritirati il venerdì entro le 10.

Per gli abiti usati c’è l’obbligo di conferirli negli appositi contenitori a tal fine dedicati.

L’ordinanza stabilisce multe da 25 a 250 euro per i trasgressori e l’obbligo del ripristino dei luogi, pena un ulteriore ammenda da 300 a 3 mila euro.

Con l’ordinanza il sindaco Ruvolo stabilisce che la Polizia Municipale è incaricata dei controlli, che gli operatori del servizio sono tenuti a segnalare anomalie e trasgressori e che il gestore del servizio, l’Ati Caltambiente, capogruppo Igm rifiuti industriali srl, Iseda Srl e Sea srl è incaricato di dare attuazione all’ordinanza.

Commenta su Facebook