Rifiuta di pagare per usare il bagno della Villa comunale. Ottantenne pestato

1270

Accade che un custode abusivo dei bagni pubblici della Villa comunale di Gela, vedendosi respinta la richiesta di soldi da parte di un anziano ottantenne che doveva fruire dei servizi igienici, gli si scaglia contro con un bastone, procurandogli lesioni per 30 giorni di prognosi.

I Carabinieri del Reparto Territoriale della città del Golfo, facendo chiarezza su un caso che aveva profondamente allarmato la città, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto B.I., 64 anni, rumeno, per tentata estorsione aggravata e lesioni personali.

La vicenda era avvenuta lo scorso 5 marzo nella Villa Comunale, quando l’anziano di oltre 80 anni, mentre era intento ad accedere ai servizi igienici della Villa, si era trovato di fronte il custode abusivo il quale aveva cercato di imporgli, ovviamente senza averne alcun titolo, di pagare per l’accesso ai bagni.

Quando l’anziano si è rifiutato di pagare, si è scatenata la furia del malvivente, che lo ha colpito con un bastone facendolo franare a terra.

A chiamare i Carabinieri era stato il figlio del pensionato. L’attività dei militari ha portato dapprima all’identificazione e, nella giornata odierna, al fermo di indiziato di delitto. Una pronta risposta dei carabinieri che ha assicurato l’uomo nel carcere di Gela.

Commenta su Facebook