Riesi, picchiava e insultava la moglie da un decennio. Arrestato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia

100

L’ex marito era diventato il suo aguzzino: minacce, maltrattamenti, offese continue. Una donna di Riesi deve aver tirato sicuramente un sospiro di sollievo venendo a conoscenza del fatto che, nella serata dell’8 giugno, alla porta dell’ex coniuge, un 36enne già noto alle forze dell’ordine per pregresse vicende penali, questa volta si sono presentati i Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela, che lo hanno arrestato in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal G.i.p. del Tribunale di Caltanissetta su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, ampiamente condivisa dal Tribunale, la vittima sarebbe stata oggetto di continue angherie e maltrattamenti già dal 2010, anno in cui aveva sposato l’uomo che con atteggiamenti vessatori e violenti, avrebbe poi imposto restrizioni sempre più limitanti alla moglie che veniva picchiata anche quando rientrava con qualche minuto di ritardo da fare la spesa, unico spostamento consentitole nella quotidianità. L’escalation di violenza fisica e morale non si è interrotta neanche quando la donna, dopo quasi 10 anni di soprusi, spinta anche dai genitori si era fatta coraggio decidendo di intentare la separazione dal marito e cercando di rifarsi una vita. La donna non sarebbe riuscita a sottrarsi neanche dopo le costanti offese e prevaricazioni che avevano iniziato a coinvolgere anche il nuovo compagno. L’uomo, ora sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere, dovrà rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia.

Commenta su Facebook