Riconosce il proprio scooter rubato e chiama la Polizia. Denunciato 23enne per ricettazione

Denunciato dalla polizia di Stato un pregiudicato nisseno per ricettazione di un ciclomotore. Il legittimo proprietario del mezzo dopo aver riconosciuto il proprio Aprilia Scarabeo ha chiamato il 113. Aveva denunciato il furto lo scorso ottobre.

Nella mattinata di ieri, intorno alle 12.00, gli agenti della sezione Volanti, su disposizione della Sala operativa della Questura, sono intervenuti in Via G.B. De Cosmi nel Capoluogo, poiché un cittadino riferiva al 113 che nel transitare per quella via aveva notato un Aprilia Scarabeo parcheggiato che corrispondeva al suo ciclomotore rubatogli nel mese di ottobre.

Sul posto i poliziotti identificavano un noto pregiudicato nisseno 23enne, con pregiudizi di polizia per lesioni personali, minacce, danneggiamento, furto, guida senza patente, percosse, porto abusivo di armi, reati concernenti lo spaccio di stupefacenti, rissa, rapina, nonché avvisato oralmente dal Questore di Caltanissetta a cambiare condotta nel 2013, il quale, a specifica domanda degli agenti, riferiva di essere il proprietario del mezzo, acquistato, a suo dire, un anno prima da uno sconosciuto, ma di non essere in possesso di alcun documento.

Da un controllo eseguito sul mezzo i poliziotti accertavano che il telaio dello stesso era stato grossolanamente contraffatto – con la modifica di alcune lettere: la D in B, la G in O e il numero 3 in 8, e la targa risultava identificativa di un altro ciclomotore.

In ragione di quanto riscontrato il mezzo, in attesa di ulteriori accertamenti, veniva sottoposto a sequestro penale e affidato in giudiziale custodia a una ditta; il giovane era invece condotto in Questura e, dopo gli adempimenti di rito, denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di ricettazione.

Commenta su Facebook