Ribasso eccessivo e la derattizzazione non parte. Il servizio su tutta la città annunciato prima di ferragosto

939

Doveva essere una gara veloce, per affidare un servizio annunciato dal sindaco, Giovanni Ruvolo. “Nei prossimi giorni partirà il servizio di disinfestazione e derattizzazione della città di Caltanissetta”, aveva detto fiducioso il sindaco poco prima di ferragosto.

Ma dopo l’aggiudicazione definitiva dei lavori, a seguito di una procedura negoziata, pubblicata in albo pretorio il 14 agosto scorso, dei lavori di disinfezione, derattizzazione del centro abitato, periferia, borgate, cimitero e  impianti sportivi, così come di scuole, stabili comunali e uffici giudiziari, non c’è ancora traccia. Il capitolato d’oneri prevedeva la somma di circa 31 mila euro, da cui vanno esclusi circa 5 mila euro che rimangono a disposizione dell’amministrazione per propri interventi. La gara per 25 mila euro, a cui erano state invitate sei aziende del capoluogo, è stata aggiudicata con oltre l’82% di ribasso alla “Sikania Service Soc. Coop Arl”. Una percentuale anomala secondo l’assessore all’ambiente, Amedeo Falci, che non garantirebbe un servizio efficace. Molto ampia e articolata è infatti la mappa dei luoghi da disinfestare e inoltre la derattizzazione è attività tutt’altro che veloce ed economica se fatta a regola d’arte, con materiali e speciali gabbie previste dalla normativa. Il ribasso, per la verità, non intacca la quota di circa 7 mila euro prevista per la manodopera. Ma incide sui lavori a base d’asta per circa 18 mila euro.

Va però detto che sulle gare la competenza non è dell’assessore ma esclusivamente degli uffici e del dirigente.

Commenta su Facebook