Rete ospedaliera. Il PD nisseno esprime apprezzamento per la rimodulazione operata da Gucciardi e Crocetta

899

L’Unione Comunale del Partito Democratico di Caltanissetta esprime apprezzamento per la nuova rimodulazione della Rete ospedaliera siciliana, così come formulata dall’Assessore Regionale Baldo Gucciardi e dal Governo Crocetta.

“In linea con quanto da noi auspicato e richiesto dal territorio, gli Ospedali Sant’Elia di Caltanissetta e il Maddalena Raimondi di San Cataldo andrebbero a costituire il quarto presidio di secondo livello “Hub” della Sicilia, insieme al Polo di eccellenza di Palermo, Catania e Messina. Allo stesso tempo verrebbe riconosciuto l’importante presidio di primo livello “Spoke” dell’Ospedale Vittorio Emanuele di Gela, ma anche valorizzati nel loro ruolo gli ospedali di Mazzarino, Mussomeli e Niscemi (n.q.di presidi di aree disagiate e/o di rischio ambientale)”.

“Tale riforma, se definitivamente approvata, andrebbe quindi a valorizzare i nostri ospedali, con in testa il Sant’Elia, le sue Unità Operative di Base e soprattutto la nuova previsione e il potenziamento di Unità Operative Complesse (Chirurgia plastica, Chirurgia toracica, Chirurgia vascolare, Neurochirurgia, etc.)”.

“Ciò realizzerebbe, riteniamo, una migliore e più efficace rete di “emergenza-urgenza” e di assistenza sanitaria locale, che deve svolgere/sostenere, negli ultimi anni, tra le altre cose, anche un ulteriore importante ruolo di prevenzione e presidio nei confronti dei continui arrivi di persone migranti, provenienti da paesi in guerra e/o con un basso grado di sviluppo economico, in cerca di pace e di una vita migliore”.

“Tale piano, con la previsione dell’Hub a Caltanisetta, insieme al costituendo Distretto ad alta Tecnologia “Biomedico” della Sicilia (che prenderà avvio già nei prossimi giorni con la costituzione della società consortile pubblico/privato), rappresenta un’opportunità straordinaria per individuare la nostra città, oltre l’area di diretta influenza del Centro Sicilia, come polo di eccellenza non solo dal punto di vista sanitario ma anche sotto il profilo della formazione e della ricerca”.

Caltanissetta, 12 Gennaio 2017

​Il Segretario dell’Unione Comunale​

​Ivo Cigna

Commenta su Facebook