Renzi ad Agrigento per il “Patto per la Sicilia”. 12 milioni per contrada Stretto e 5 per la Miniera Bosco Palo

1200

Matteo Renzi sarà sabato ad Agrigento dove, con il presidente della Regione Crocetta, firmerà davanti al Tempio della Concordia il “patto per la Sicilia”.

2,5 miliardi di euro per la Sicilia a valere sul Fondo di sviluppo e coesione, l’ex Fondo per le aree sottoutilizzate, che la Regione ha individuato come spendere. Si va da progetti per la tutela ambientale,  bonifiche e la messa in sicurezza di alcuni territori, al credito d’imposta per le aziende, nuove infrastrutture, servizi sociali fino ad arrivare a tutte le opere previste dall’area di crisi complessa di Gela. E’ proprio la città del Golfo a fare la parte del leone con oltre 100 milioni di euro di finanziamenti, che comunque spettavano a Gela in virtù delle conseguenze della riconversione della raffineria e dell’abbandono delle aree industriali attualmente dismesse.

Il Patto per la Sicilia che verrà firmato sabato, dovrebbe quindi dare il via libera anche agli investimenti del territorio nisseno, che nel capoluogo si limitano alla messa in sicurezza della discarica di contrada Stretto per 12 milioni di euro, ed a San Cataldo alla bonifica della miniera dismessa di Bosco Palo per 5,5 milioni di euro.

Commenta su Facebook